Samb, dall’euforia alla tristezza. Ma a piangere Zoboletti è tutta San Benedetto



Tristezza, infinita tristezza. Gli ultimi giorni per la Samb e per la San Benedetto sportiva erano stati nel segno dell’entusiasmo, con la presentazione del nuovo allenatore rossoblù Paolo Montero e il bagno di folla in occasione della conferenza stampa tenutasi all’auditorium “Giovanni Tebaldini”. Invece, un evento tanto inatteso quanto triste come la scomparsa di Ferruccio Zoboletti ha fatto piombare tutti i sambenedettesi (non solo i calciofili e gli sportivi più in generale) in un profondo dispiacere. Perché quella del presidente dell’ultima Serie B è stata una figura che è andata ben oltre quella del presidente (da qui l’appellativo di Presidentissimo). Ex allenatori, dirigenti e giocatori si sono spesi in fiumi di – commosse – parole in queste ultime ore, mentre innumerevoli sono i messaggi di tifosi e semplici cittadini che magari non hanno neanche dei ricordi particolari legati a Zoboletti ma che non possono non apprezzare quello che ha rappresentato per la Samb, per il Circolo Tennis Maggioni e per tutta San Benedetto. Per questo la sua è una perdita immensa, come ha sottolineato anche Alessio Perotti nel suo ritratto (che proponiamo QUI).


Condividi questo post: