Cinciripini: «Con Fedeli non c’era dialogo. Serafino valorizza il lavoro di squadra»



Walter Cinciripini torna a parlare e tira fuori qualche sassolino dalle scarpe. Il direttore generale della Samb, nel corso di un’intervista rilasciata al Resto del Carlino, ha dichiarato come nella scorsa stagione abbia potuto «fare il direttore generale fino a dicembre». Perché? «Non riuscivo a incidere su nulla: ogni mia proposta passava in sordina o non veniva accolta – ha detto Cinciripini al Carlino -. Non c’era dialogo. Un esempio: il campo di Stella di Monsampolo dove è appena sorto il centro sportivo l’avevo notato e proposto già un anno fa alla vecchia gestione». Con Serafino, però, le cose sembrano drasticamente cambiate, già a partire dalla collaborazione all’interno del club. Così riferisce Cinciripini: «Serafino ha una rapidità e una capacità di analisi eccezionali. In più, sa valorizzare il lavoro di equipe. Le nostre proposte sono accettate o meno dopo una breve riflessione e devo dire che quasi mai incassiamo un “no”».


Condividi questo post: