Vittoria sì, ma guai ad illudersi. Samb-Arzignano, IL COMMENTO



SAMB-ARZIGNANO FINISCE 2-1: LA CRONACA

FEDELI: «UNA VITTORIA CHE SERVIVA COME IL PANE»

MONTERO: «C’È ANCORA TANTO DA LAVORARE»

di Alessio Perotti

Prima vittoria stagionale al Riviera delle Palme contro il neopromosso Arzignano sinora abbonato al pari, ma quanta sofferenza! E sì, perché se fai come contro la Triestina con azioni e palle-gol non sfruttate, visto il primo tempo, poi rischi seriamente di girare a vuoto. Così la bella Samb della prima frazione è andata al tappeto, mentre paradossalmente quella boccheggiante della ripresa, che ha rischiato seriamente almeno in un paio di circostanze, ha ribaltato il risultato. Sono venuti così fuori pregi e difetti di questa Samb di Montero, a tratti veramente bella a vedersi, anche se poco concreta sotto porta e morbida in difesa, ma terribilmente in difficoltà quando le forze mancano e le distanze tra i reparti si allungano (vedi Pesaro e ripresa odierna). I sette punti della Samb in quattro gare sono sicuramente un buon bottino, ma c’è veramente molto da lavorare sia sul campo, come ammesso da Montero, sia fuori, dove il mercato non può affatto considerarsi chiuso, nonostante le certezze ventilate dalla società. Occorrono alternative vere (soprattutto una mezzala alla Ilari per intenderci e un centravanti), non quelle attualmente in panchina, che appaiono poco considerate da Montero e che probabilmente giocheranno davvero poco se non per niente in questa dura categoria. Da apprezzare la caparbietà infusa ai suoi da Montero e il coraggio del mister, che, pur rischiando la sconfitta, ha provato in tutti i modi di vincere questa partita. Confermata quindi quella mentalità aggressiva ed offensiva applaudita contro la Triestina e che piace tanto ai tifosi, che con i circa 1800 abbonamenti sottoscritti hanno dimostrato fiducia in società e squadra. Piace indubbiamente quella “garra charrùa” invocata da uno striscione in Curva Nord e manifestata dalla testardaggine con cui sia Rapisarda che Frediani hanno recuperato i palloni decisivi per le due reti, con cui la Samb ha capovolto il punteggio. Lo stesso temperamento, che occorrerà indubbiamente nella battaglia di domenica prossima al Recchioni contro una gagliarda Fermana, autrice dell’impresa di giornata a Piacenza.


Condividi questo post:
error