Una difesa molle molle: Giana-Samb, LE PAGELLE


LA CRONACA DI GIANA ERMINIO-SAMB

FEDELI: «MAGI? NON ABBIAMO DECISO NIENTE»

LA DELUSIONE DI MAGI: «LA SAMB È QUESTA»

SALA                                  5,5

Incolpevole sui due gol incassati, con Perna che calcia da due passi e Chiariello freddo nell’uno contro uno. Nel patatrac difensivo, però, ci mette del suo quando raccoglie con le mani un retropassaggio di Rapisarda.

BIONDI                             4,5

In costante difficoltà sulle accelerazioni di Lunetta, non si fa rispettare neanche sulle palle alte. Pecca di sufficienza, poi, quando sul cross che porta all’1-1 (sempre di Lunetta) non riesce al limite dell’area piccola. Male.

MICELI                              5

Finora la difesa era stato forse l’unico reparto a convincere nelle prime – deludenti – giornate di campionato. A Gorgonzola, però, il trio da lui guidato è più morbido di un taleggio.

ZAFFAGNINI                    4,5

In entrambe le azioni da gol biancazzurre si dimostra poco reattivo, lasciandosi sfuggire il suo uomo (prima Perna poi Chiarello) che poi insacca in rete. Decisivo in negativo.

RAPISARDA                      5

Primo tempo di crisi vera per il capitano, spesso superato da un imprendibile Lunetta. Nella ripresa le cose migliorano più per la stanchezza del diretto avversario (poi sostituito) che per altro.

GELONESE                       5,5

Una sua chiusura poco efficace fa partire l’azione del momentaneo pareggio brianzolo. In questo inizio di campionato il suo supporto in fase di interdizione non è ancora ai livelli del 2017/18.

ILARI                                 5,5

Con caratteristiche completamente diverse rispetto a Bove si mette al centro della mediana, di cui però non è mai padrone. Nel secondo tempo si fa vedere con una girata termina a fil di palo, ma la sua prova non è comunque sufficiente.


SIGNORI                           6,5

Due grandissime giocate illuminano il suo primo tempo: prima l’inserimento sul cross di Rapisarda con tiro respinto da Leoni, poi il break che culmina col gol dell’illusione. In copertura, però, non garantisce il giusto supporto e lo si vede anche nell’azione del 2-1 quando Gemignani è chiuso tra Iovine e Chiarello.

GEMIGNANI                    5

Un po’ in ritardo con le diagonali sui tanti cross che arrivano dal lato opposto. Infilato dal duo Iovine-Chiarello nell’azione del definitivo 2-1, poi sostituito da Cecchini. In confusione.

CALDERINI                       6

Conferma di essere l’elemento più in forma di un attacco ad oggi impresentabile: si muove molto e serve assist interessanti ai compagni (vedi rovesciata di Russotto nel secondo tempo). Non finalizza, ma almeno fa vedere qualcosa di buono.

DI MASSIMO                   5

Dopo due spezzoni di gara insufficienti da subentrato (contro Renate e Teramo) Magi gli concede una grande chance dal primo minuto al fianco di Calderini. Lui, però, non incide neanche stavolta.

MINNOZZI                       5,5

Ancora una volta gettato nella mischia quando le cose si mettono (a dir poco) male. Non ha modo di rendersi pericoloso.

RUSSOTTO                       5,5

L’ammonizione testimonia il nervosismo con cui entra in campo l’ex Catania, che si fa vedere alla mezzora della ripresa con una bella rovesciata su cross di Calderini, ma il tiro viene ribattuto da un braccio (attaccato al corpo) biancazzurro.

CECCHINI                         6

Più fresco di Gemignani, nei minuti finali sulla sinistra è attento a non scoprire il fianco.

BOVE                                S.V.

Entra in campo quando mancano meno di dieci minuti alla fine, quando le energie sono poche e le idee ancora meno.

Daniele Bollettini


Condividi questo post: