Carpi-Samb, LE PAGELLE: una squadra ancora imballata



CARPI-SAMB 2-0, LA CRONACA

MONTERO: «DOBBIAMO SOLO LAVORARE»

NOBILE               6

Una presa non stilisticamente perfetta sul primo tentativo di Carletti, che poi lo buca col gol che sblocca la partita. Provvidenziale, però, sulla conclusione ravvicinata di Venturi sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

CRISTINI             6

Sbaglia il tempo di un anticipo a centrocampo nell’azione che scopre la difesa e provoca l’espulsione di D’Ambrosio. Migliora col passare dei minuti riuscendo a dire la sua contro il pericoloso Giovannini.

D’AMBROSIO    5

Nell’insolita difesa a tre scelta da Montero lui è il centrale. La sua espulsione è sicuramente severa, ma l’ex Siena ha il demerito di intervenire in ritardo sull’avversario su una traiettoria non così difficile da intercettare.

ENRICI                5,5

Centrale di sinistra nell’assetto originario che poi si trasforma in una linea a quattro dopo l’espulsione di D’Ambrosio. Non riesce a fermare né a disturbare Carletti nell’azione che porta al gol decisivo.

SCRUGLI             6

Dopo un primo tempo incolore si fa notare sulla fascia destra con almeno un paio di cross invitanti, che però non trovano compagni pronti ad intervenire nei sedici metri carpigiani.

MASINI               5,5

Il giovanotto ex genoano da mediano destro prova a disimpegnarsi con volontà e grinta, ma gli manca forza nelle gambe e come tutti gli altri gioca sotto ritmo. Esce mestamente di scena dopo un’oretta.

ANGIULLI           5,5

Perno del folto centrocampo, è tra i pochi elementi di continuità rispetto alla scorsa stagione. Difficile, però, riconoscerlo nel giocatore che si era subito imposto nel dettare i tempi: la migliore condizione è ancora lontana. Si nota solo per un tiro dai venti metri che termina alto di poco.

ROCCHI              6

Anche se non è sempre preciso negli interventi e nei suggerimenti è l’unico che sembra avere un po’ di gamba in mezzo al campo. Peccato che si ritrovi sempre a rincorrere gli avversari.

LIPORACE          5

Piazzato inizialmente da Montero da quinto a sinistra, arretra nella difesa a quattro come laterale dopo essere rimasti in dieci. Dovrà pur abituarsi al calcio italiano, ma al momento è davvero molto indietro. La palla tra i piedi sembra scottargli.

MAXI LOPEZ      5

Il gran colpo dell’ambizioso calciomercato portato avanti dalla società non è apparso in gran spolvero nelle prime uscite ufficiali: espulso in Coppa Italia contro l’Alessandria e ancora molto imballato a Carpi. Deve lavorare ancora molto. E non è l’unico.

NOCCIOLINI      5,5

Della coppia d’attacco titolare a lui spetta il compito di svariare di più e di farsi incontro a un centrocampo che difetta di qualità per costruire la manovra. Lavoro che non gli riesce sempre al meglio, anche per un supporto non adeguato.

GOICOECHEA    5

La sua mezzoretta è davvero negativa: titubante in difesa e inconsistente in fase d’appoggio. Si fa pure ammonire, non appare proprio all’altezza della categoria. Speriamo si tratti solo di una parentesi negativa, come avvenuto per molti dei suoi compagni.

LESCANO           6,5

Corre, impegna i difensori del Carpi e conclude ogni volta che può sfiorando la marcatura con un colpo di testa di poco alto. Sicuramente il più pericoloso tra gli attaccanti a disposizione di Montero.

CHACON            6

Prova a riempire il vuoto cosmico in fase di costruzione con qualche spunto tutto tecnica, ma di lì a poco si fa buio pesto col secondo gol di Carletti.


Condividi questo post: