«Voglio continuare a San Benedetto, ma senza fare il passo più lungo della gamba»


Franco Fedeli, si sa, è uno che vuole vincere sempre. In campo, tuttavia, ci sono pure gli avversari e, in questa stagione, la Samb ne ha incontranti di imprevedibili, forti o sorprendenti. Se ad ora, la prima posizione, è solo un sogno proibito, fino a qualche mese fa poteva essere una realtà tangibile. Ecco il Fedeli-pensiero espresso a VeraTv:

«Per la prima posizione c’è qualche rammarico: abbiamo perso ingenuamente dei punti per strada. Intanto teniamoci stretto il secondo: abbiamo due punti dalla Reggiana e loro hanno una gara in meno, col pari di Bolzano vedo il bicchiere mezzo pieno… speriamo di poter mantenere la distanza».

Ma tra i sogni, il rammarico e le volontà future, Fedeli dice:

«Io voglio fare una domanda a tutto il popolo di San Benedetto: avrebbero mai pensato che, al secondo anno tra i professionisti e venendo da tante stagioni tra Serie D ed Eccellenza, si sarebbero ritrovati a lottare per il secondo posto e, ancora non è precluso dalla matematica, il primo? Restiamo con i piedi per terra e cerchiamo di fare le cose seriamente, cosa che rientra tra le mie corde. Finiamo il campionato e facciamolo molto bene, poi mi auguro di continuare la mia esperienza a San Benedetto, ma lo voglio fare con le mie forze e senza fare il passo
più lungo della gamba perché non vogliamo sprecare soldi. Convocherò una conferenza stampa dove esporrò quello che voglio fare il prossimo anno
».

Commenti
Condividi questo post: