Samb, chi è ai saluti: contratto in scadenza per Calderini, Russotto e Stanco


Inizia il delirio “trattative” per la cessione della Samb. Col disimpegno di Fedeli, che ha sì annunciato di voler vendere, ma che in assenza di compratori a lui graditi, potrebbe pure decidere di andare avanti. Insomma, il futuro è tutto da decidere.


Già deciso quello di buona parte della prima squadra però. Sono in scadenza Signori, Caccetta, Cecchini, Sala, Celjak e Biondi. Fissore e D’Ignazio torneranno rispettivamente all’Alessandria e al Napoli mentre Gemignani, in prestito proprio all’Alessandria, sarà svincolato dal 30 giugno. Con le valigie in mano pure gli incompiuti rossoblù Calderini e Russotto, cinque reti per il primo, una per il secondo. Chi ha manifestato la volontà di restare, lontano dai microfoni, è bomber Francesco Stanco, legato alla piazza e che a San Benedetto, alla soglia dei 33 anni, è rinato segnando 13 reti in questa stagione (senza rigori). Ai saluti pure Carlo Ilari: l’ex Teramo, in scadenza il 30 giugno, ha realizzato 6 reti in rossoblù.


Chi invece resterà anche nella prossima stagione, in virtù di un contratto pluriennale, sono le colonne che nel tempo hanno retto la Samb: Gelonese (scad. 2022), Miceli, Rapisarda, Di Pasquale (2021), Zaffagnini, Pegorin e Di Massimo (2020). A lunga scadenza pure i giovani Brunetti, Panaioli (2021) e De Paoli (2020).

Condividi questo post: