Porto d’Ascoli, 2017 chiuso con il rimpianto Coppa. Alfonsi: «Vogliamo subito ripartire»


Il 2017 calcistico del Porto d’Ascoli si è chiuso con la delusione della sconfitta nella finalissima di Coppa Italia di Eccellenza contro il Camerano per 2-0. Una prova negativa dei biancocelesti che viene confermata anche dal tecnico Sante Alfonsi: «Abbiamo sbagliato l’approccio alla gara, loro sono stati più cattivi. L’abbiamo preparata sicuramente male e questo non è da noi perché nelle precedenti partite il nostro atteggiamento era stato decisamente diverso. Una gara come questa necessitava di molta più cattiveria. Potrebbe aver influito mentalmente la nostra serie di vittorie in campionato e anche la larghissima vittoria ottenuta contro di loro (5-0). Nel primo tempo eravamo molto lunghi tra i reparti e non riuscivamo ad accorciare mandando in difficoltà il centrocampo e alla fine il pallino del gioco lo hanno avuto sempre loro. Nella ripresa abbiamo avuto la palla per riaprirla con il palo di Minnozzi che se fosse andata dentro magari nel finale avremmo potuto tentare la rimonta. E’ stata una giornata negativa e questo deve servire da esperienza per il futuro. Ci prendiamo le giuste critiche. Voglio, però, fare un applauso ai miei per quello che hanno fatto in campionato perché su sette gare abbiamo collezionato sei vittorie e siamo passati dalla zona retrocessione a quella playoff. Speriamo che dal prossimo anno possiamo tornare a ricevere complimenti».

Enrico Tassotti

Condividi questo post: