Padova contro il suo passato, Renate-Feralpi: ECCO LA 21^ GIORNATA


MESTRE – ALBINOLEFFE
Partita dal sapore di rivalsa quella tra Mestre e Albinoleffe, due squadre in un periodo di forma negativo che ha in parte compromesso l’ottimo lavoro del girone d’andata. I padroni di casa arrivano all’appuntamento reduci da tre sconfitte consecutive, che li hanno proiettati nelle zone basse della classifica, mentre gli ospiti sono scivolati al sesto posto dopo i due punti raccolti nelle ultime cinque gare. La squadra che vincerà avrà modo di guardare alla pausa con serenità e lavorare bene per recuperare energie positive, mentre gli sconfitti avranno addosso molta più pressione; e con un pareggio?

FANO – PADOVA
Testa coda, ultima contro prima, in una gara dal verdetto già annunciato, o forse no? Il successo contro il Renate è stato di cruciale importanza per il Padova, perché ha permesso alla capolista di ritrovare i tre punti dopo due pareggi e una sconfitta, consentendo agli uomini di Bisoli di aumentare il vantaggio in classifica. Il Fano, invece, con la sconfitta subita per mano del Bassano, è rimasta da solo all’ultimo posto, a otto punti dalla zona salvezza, dunque anche una partita sulla carta proibitiva diventa uno snodo in cui ci sono in palio punti cruciali: ci sarà il miracolo?

SANTARCANGELO – GUBBIO
Arriva molto carico il Santarcangelo, dopo la grande vittoria sul campo del Pordenone, che ha consentito ai padroni di casa di rimanere in scia del gruppo delle terzultime. Gruppo in cui non vuole ritornare il Gubbio, dopo le buone gare con Bassano e Padova, oltre al pareggio col Vicenza, che hanno consentito agli umbri di uscire momentaneamente dai pericoli, ma occhio: in caso di vittoria del Santarcangelo, gli eugubini vedrebbero il gap con la penultima ridursi a soli tre punti, quindi è vietato abbassare la guardia.

SUDTIROL – PORDENONE
Sembrava impossibile da dire ad inizio stagione, ma alla ventunesima giornata Sudtirol e Pordenone sono appaiate all’ottavo posto in classifica: merito del gran campionato che stanno disputando i padroni di casa, che nell’ultimo turno hanno guadagnato un punto a Bergamo, ma anche demerito dei Ramarri, che si sono autoesclusi dalla corsa al titolo, ed arrivano a questa gara con due sconfitte consecutive sul groppone, con l’ultima davvero inaspettata, in casa contro il Santarcangelo; un altro passo falso potrebbe costare al Pordenone anche la zona play off, ma in questo campionato delle sorprese tutto è possibile.

RAVENNA – BASSANO
Sono divise da un solo punto in classifica Ravenna e Bassano, grazie al ritrovato successo degli ospiti nell’ultimo turno contro il Fano, dopo otto giornate di astinenza da vittorie; vittoria che vorrà ritrovare subito il Ravenna, dopo il pari a reti bianche di Fermo, che è stato comunque utile ad allungare la serie positiva dei padroni di casa. Le due squadre dovranno necessariamente vincere per dormire momentaneamente sonni tranquilli, poiché chi uscirà privo di punti potrà rischiare un avvicinamento delle ultime due, mentre il pareggio sarebbe comunque buono per muovere la classifica, ma non utile e rassicurante come un successo.

REGGIANA – TRIESTINA
Cercasi pronto riscatto, dopo una sconfitta rocambolesca e pesante per il morale, che può minare le certezze acquisite negli ultimi due mesi: sì presenta così la sfida alla Triestina per una Reggiana che nell’ultimo turno ha visto Ferretti ed il Feralpi rimontare e vincere, dando uno smacco a squadra e classifica. L’impegno odierno contro la squadra Giuliana non è dei migliori per ripartire, perché gli ospiti, dopo il pari con la Samb, hanno riposato, hanno il miglior attacco, ed una gran voglia di scalare posizioni in classifica. Sarà il campo a dire se quella degli emiliani è stata solo una battuta d’arresto o se si potrà parlare di inizio crisi.

RENATE – FERALPISALO’
E’ senza dubbio questo il big match di questa seconda giornata: due squadre, rispettivamente seconda e quarta in classifica, divise da un solo punto, che si sfidano per il secondo posto e per provare a tenere aperto un campionato che nell’ultimo turno ha subito una pesante sferzata direzione Padova. Proprio il Renate, caduto sul campo della capolista, dovrà rialzarsi per mantenere la propria piazza in graduatoria e per restare almeno a sette punti dalla capolista, mentre i Leoni del Garda arrivano a questa sfida carichi a bomba, dopo aver rimontato e battuto la squadra più in forma del campionato. La miglior difesa riceve il capocannoniere del girone: chi avrà la meglio?

Gian Marco Calvaresi

Condividi questo post: