Stadio Riviera delle Palme, un anno dopo si presenta così



SAMB: DONATI ALLENATORE E SABBADINI D.S.

Da cartolina invidiata dai club professionistici di ogni categoria a pomo della discordia, non solo per le questioni amministrative. È questa la parabola che, nel giro di un anno, ha visto protagonista lo stadio Riviera delle Palme e particolare il suo terreno di gioco.

Poco più di 12 mesi fa iniziavano i lavori della Powergrass sul prato dello stadio comunale: lavori per cui ad oggi l’azienda reclama il mancato pagamento per centinaia di migliaia di euro, con la possibilità di una battaglia legale che veda il Comune (dunque la collettività) col rischio di accollarsi la spesa. Ad aggravare la situazione il fatto che il prato del Riviera, realizzato in misto tra erba artificiale e naturale, si sia presentato all’esordio in campionato in condizioni tutt’altro che soddisfacenti: le immagini della partita tra Porto d’Ascoli e Matese ne sono la testimonianza, con diverse irregolarità e alcune porzioni di terreno più “secche” rispetto ad altre. Nelle scorse settimane si era parlato di un fungo che aveva provocato questa situazione, che però potrebbe essere frutto anche di una manutenzione non adeguata. Fatto sta che allo stato attuale il prato del Riviera delle Palme è cosa ben diversa rispetto al “biliardo” di pochi mesi fa.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti