Samb, Piunti: «Hanno già risposto una decina di imprenditori. Ora bisogna essere rapidi»



Pasqualino Piunti spende parole positive dopo l’incontro che si è tenuto, nella tarda serata di giovedì, con gli avvocati Ascani e D’Onofrio e alcuni imprenditori locali che hanno già manifestato il loro assenso al progetto “30×30”, ossia l’adesione di circa 30 soggetti (questo sarebbe l’obiettivo) con quote di 30.000 euro per dare vita ad un nuovo corso per la Samb.

«All’incontro hanno partecipato una decina di imprenditori locali, che hanno dato la loro disponibilità – le parole del sindaco di San Benedetto del Tronto al Corriere Adriatico -. Ora c’è da capire se, con altri innesti, può bastare la sola cordata locale oppure inserire altri gruppi che mi hanno dato una disponibilità ad occuparsi della Samb».

In viale De Gasperi, infatti, sarebbero arrivate anche altre manifestazioni d’interesse ma per ora il sindaco vuole dare precedenza alla pista locale.

«Le forze imprenditoriali sambenedettesi si stanno unendo per difendere la società rossoblù e garantirgli un futuro – ha detto ancora Piunti al Resto del Carlino -. L’amministrazione si è già mossa e lo ha fatto per tempo. Ora bisogna essere rapidi ma la precedenza sarà data a esponenti del nostro territorio».


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: