Samb, ora deve farsi avanti la cordata per ripartire dai Dilettanti



IL TAR RESPINGE IL RICORSO: SAMB FUORI DALLA SERIE C

SAMB FUORI DALLA SERIE C: LE MOTIVAZIONI DEL TAR

Il (breve) capitolo della A.S. Sambenedettese potrebbe essere prossimo alla conclusione. Con la bocciatura da parte del TAR del Lazio, che ha rigettato il ricorso presentato dalla società rossoblù in seguito ai no di Consiglio Federale della FIGC e Collegio di Garanzia del CONI, si chiuse in maniera molto probabilmente definitiva le porte della Serie C per il sodalizio sambenedettese. Resterebbero, in teoria, le chances di ricorrere al Consiglio di Stato, ma è possibile che Roberto Renzi possa anche alzare bandiera bianca e non ricorrere all’ultimo grado di giustizia amministrativa.

Ora, invece, inizia un’altra maratona per provare a ripartire dai dilettanti, possibilmente dalla Serie D grazie all’arcinoto articolo 52 comma 10 delle NOIF. In questo senso, già da alcune settimane il sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti sta lavorando per vedere se è possibile portare a compimento il progetto delle 30 quote da 30.000 euro che potrebbero essere sottoscritte da soggetti del tessuto imprenditoriale di San Benedetto e zone limitrofe. I contatti si sono fatti sempre più intensi negli ultimi giorni e lo saranno ancora di più in seguito al pronunciamento negativo del TAR nei confronti del club presieduto da Renzi.

Sarebbero una decina, per il momento, gli imprenditori che hanno dato la loro disponibilità al primo cittadino, che starebbe valutando se poter inserire in questa compagine anche delle forze provenienti da fuori regione. Importanti novità potrebbero arrivare nel giro di pochi giorni.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: