Samb-Gubbio, IL COMMENTO – Un bel tris al Riviera



SAMB-GUBBIO FINISCE 2-0, LA CRONACA

FEDELI: «CONTENTO SOLO DEL PRIMO TEMPO»

MONTERO: «DOVEVAMO CHIUDERLA PRIMA»

di Alessio Perotti

Non c’è due senza tre ed ecco che sempre con lo stesso periodico punteggio di 2-0 la Samb infila la terza vittoria consecutiva al Riviera dopo quelle su Rimini e Feralpisalò, costruendo così le proprie fortune di questo girone d’andata sul fattore campo (5 successi, 2 pareggi e 2 sconfitte). Stante l’assenza di Rocchi, pedina difficile da sostituire nello scacchiere rossoblù, e un Frediani a mezzo servizio, ha inventato Montero una formazione ad evidente trazione anteriore (lay out basato sul 4-2-3-1) con l’eclettico Volpicelli stavolta impiegato da trequartista. E c’ha visto bene il trainer uruguagio con le due reti nella prima mezzora, che hanno spostato il match decisamente dalla parte dei padroni di casa, successivamente più volte vicini al terzo gol. Due dati statistici saltano all’occhio in questa ultima partita casalinga della tornata d’andata. Lo zero nella casella dei tiri in porta e fuori degli ospiti, resisi realmente pericolosi solo nella circostanza del penalty reclamato, e il numero di sostituzioni, che per la prima volta in questa stagione pende dalla parte rossoblù con i quattro cambi operati da Montero a fronte dei tre dell’ex mastino genoano Torrente. Voleva un autobus di fronte alla porta di Santurro il mister sudamericano, ispirandosi a quanto accade dalle sue parti in Coppa Libertadores, quando si deve difendere il vantaggio, e tanto è stato, con i suoi che hanno blindato il 2-0 senza far soffrire il proprio numero uno, praticamente spettatore aggiunto. Quello che invece ha fatto ancora storcere il naso a Montero, più volte apparso indispettito nella sua area tecnica, è stato il mancato colpo del k.o., che avrebbe di fatto spento anzitempo le velleità eugubine. E quindi questo resta un aspetto ancora da migliorare, anche se stavolta il vantaggio era senza dubbio più rassicurante rispetto ad altre occasioni. La Samb difende così il suo ottavo posto, momentaneamente scippatole dal Modena, portandosi ad una sola lunghezza dalla settima piazza occupata dalla Feralpisalò. La prima parte del campionato si chiuderà a Carpi contro una formazione che viaggia a mille (6 successi consecutivi) alle spalle della battistrada Vicenza: ci sarà da sfatare il tabù, che finora ha visto la Samb sconfitta da tutte le squadre che guidano la classifica (Vicenza, Padova, Reggio Audace e Alto Adige).


Commenti
Condividi questo post: