Samb-Fermana 1-1: Angiulli risponde a Cognigni, ma poi la Samb non sfonda. LA CRONACA



SAMB-FERMANA 1-1

di Domenico Del Zompo

MARCATORI: 4’pt Cognigni, 10’st Angiulli

SAMB (4-3-3): Nobile; Scrugli, D’Ambrosio, Cristini, Enrici; Shaka Mawuli (27’st Malotti), Angiulli (27’st Lescano), Rocchi (14’st D’Angelo); Chacon (20’st Bacio Terracino), Maxi Lopez, Nocciolini (27’st De Ciancio). A disp. Laborda, Fusco, Serafino, Masini, De Goicoechea, Lavilla, Liporace. All. Montero.

FERMANA (3-4-1-2): Ginestra; Manetta (1’st De Pascalis), Comotto, Scrosta; Rossoni, Demirovic, Urbinati (46’st BIgica), Sperotto; Iotti; Neglia, Cognini (34’st Raffini). A disp. Zizzania, Tantalocchi, Mordini, Liguori, Esposito, Staiano, Boateng, Cremona, Palmieri, Bigica. All. Antonioli.

ARBITRO: Maranesi di Ciampino (Rinaldi-Barone, Giaccaglia).

AMMONITI: 21’pt Manetta, 24’pt Scrugli, 35’pt Rocchi, 39’pt Urbinati, 16’st Demirovic, 32’st Cristini, 32’st Ginestra.

ANGOLI: 5-2.

RECUPERI: 1’-4’.

NOTE: Cielo coperto, clima freddo. Terreno di gioco in perfette condizioni. Samb in completo blu con innesti rossi, Fermana in divisa gialla.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fortuna che c’è Angiulli. Il centrocampista rossoblù toglie le castagne dal fuoco e regala il pari in una gara a tratti sfortunata, ma comunque ben giocata dalla Samb. Sfortuna il gol in avvio che certamente ha obbligato i padroni di casa alla risalita. Peccato, inoltre, una eccessiva leggerezza in avanti con tanta presenza negli ultimi 30 metri, ma poche finalizzazioni.

Pronti via, gol della Fermana. Passa pochissimo prima del vantaggio canarino al Riviera delle Palme che tra i gradoni riecheggiano ancora le formazioni lette dallo speaker. Gentile concessione di Scrugli che viene superato con troppa facilità da Iotti in dribbling. Lo stesso, dal fondo, piazza in mezzo un incisivo cross col bersaglio sulla testa di Cognigni che, da pochi passi, batte Nobile. Ci provano allora i rossoblù con un paio di occasioni e il brio di Shaka Mawuli sull’esterno destro. La Fermana però tiene botta, anche quando la sfera è accarezzata dai piedi di Chacon sulla sinistra, che tiene in scacco l’asse Rossoni-Urbinati. Cercano di alleggerire i canarini che si rivedono dalle parti di Nobile con una buona conclusione di Neglia alla mezz’ora, disinnescata dall’estremo di casa. Gli risponde una manciata di minuti più tardi Rocchi dal limite dell’area la cui conclusione mancina, favorita dal recupero e l’assist di tacco di Maxi Lopez, sorvola la traversa. Altra, clamorosa, occasione capita al 34’ con un ingenuo retropassaggio di Sperotto a Ginestra, anticipato da Nocciolini sfortunato nel controllo della sfera. La Samb c’è e si vede, ma la rete non arriva. Gli animi si scaldano su un intervento inutile di Urbinati su Enrici impegnato a coprire l’uscita della sfera sul fondo. Spazio per un brivido nel minuto di recupero su colpo di testa di Nocciolini nel mucchio, fuori bersaglio. E dopo tanto patire nei primi minuti della ripresa finalmente ecco il pari. Calcio di punizione di Maxi Lopez dal limite, palla sulla barriera. Faticano ad uscire gli ospiti e la palla arriva sulla trequarti preda di Angiulli che alza lo sguardo e fulmina Ginestra con un bolide, il piatto forte della casa. Alla Fermana resta da provarci sui piazzati: la formazione di Antonioli, ancora scottata dall’uscita a vuoto contro il Sudtirol, fatica a trovare la reazione contro una Samb in crescita. La gara si sposta sul piano della tensione, in campo c’è da mantenere il risultato e provare a finalizzare di più quindi Montero, alla mezz’ora, butta dentro Malotti, Lescano e Bacio Terracino. L’effetto è quello sperato e la Samb conquista subito un corner. Nel mischione esce Ginestra ma cicca, cade a terra Rossoni che contrasta irregolarmente Lescano col corpo spostando anche la sfera con le mani. Maranesi non vede, protesta tutta la panchina. La Samb però continua ad affermare la propria presenza nella metà campo ospite andando a minare continuamente la retroguardia. Antonioli sbraita in panchina e cerca di spingere i suoi, ma la formazione ospite non trova lo spunto limitandosi a rimbalzare gli attacchi dei rossoblù. L’ultimo brivido arriva a due minuti dal triplice fischio con Maxi Lopez bravo a scartare De Pascalis al limite dell’area e trovare Bacio Terracino dentro, l’avanti però è colto in posizione di offside. Non ce n’è più. La Samb viene inchiodata sull’1-1 da una Fermana poco incisiva ma abile in fase di ripiego, appuntamento con i tre punti posticipato a domenica prossima contro il Fano.


Condividi questo post: