Samb-Arezzo 1-0, IL COMMENTO | Quelle provvidenziali punizioni



SAMB-AREZZO 1-0, LA CRONACA

MONTERO: «ORA VOGLIAMO UN BUON POSTO PLAY OFF»

BOTTA: «HO SENTITO COSE NON BELLE SUGLI ARGENTINI»

Il sole che fa capolino al Riviera al termine del successo nella delicata ed insidiosa sfida con l’Arezzo di Stellone è metafora della recuperata serenità in casa Samb. Solo una settimana fa la situazione sembrava davvero volgere al peggio dopo il poker subito a domicilio dal Sudtirol. Poi questa settimana, iniziata con l’incoraggiante pareggio raccolto al Curi è proseguita con le dichiarazioni distensive e promettenti contenute nel videomessaggio rilasciato dal presidente Serafino e quindi si è conclusa con questi tre punti di platino. Era tutt’altro che semplice affrontare una formazione in salute come quella aretina, che solo sette giorni fa aveva sfiorato la vittoria al Rocco di Trieste e che è destinata a breve ad abbandonare la scomoda ed ingiusta posizione da fanalino di coda. Decisiva ancora una volta è stata una punizione, stavolta magistralmente tracciata dal piede fatato di Botta (al settimo centro, secondo consecutivo da calcio piazzato dopo quello di Mantova e anche all’andata a rete contro l’Arezzo), che ha dato seguito a quella con cui cinque giorni fa Lombardo ha fissato sull’1-1 il punteggio del Curi. La Samb agguanta il secondo successo casalingo per 1-0 per ironia della sorte allo stesso orario di pranzo del precedente, contro la Virtus Verona, sfida anche quella decisa da un calcio da fermo (Angiulli allo scadere). E proprio da quella gara la porta rossoblù era sempre stata violata: oggi Montero ha vinto la sua scommessa riproponendo tra i pali Nobile, bravo nel neutralizzare qualche tracciante ospite e fortunato nell’occasione del clamoroso incrocio colpito da Serrotti. E così dopo ben sette giornate la Samb ritrova i tre punti, facendo en-plein, dopo il Gubbio, anche contro l’Arezzo in un match amarcord dei tempi cadetti. Ora, al di là del rischio penalizzazione per il noto ritardo nel pagamento degli stipendi, la Samb ha praticamente raggiunto la quota salvezza e da questo momento in poi potrà cercare di centrare il successivo obiettivo, ovvero quello play-off, con lo scopo dichiarato da inizio stagione di migliorare il decimo posto dello scorso campionato. Il calendario con tre sfide abbordabili, ma certo non agevoli, contro squadre in lotta per mantenere la categoria, come Vis Pesaro, Ravenna e Legnago, potrebbe dare una mano per proseguire sulla positiva scia di questa settimana.

Alessio Perotti


Commenti
Condividi questo post: