Roselli si salva, la Samb no: 750 euro di ammenda per un petardo a Imola



Uno 0-0 difficile, positivo, ma noioso quello che la Samb ha ottenuto in casa dell’Imolese. Uno 0-0 che poteva non essere se Nicoletti avesse concesso il gol, giustamente non convalidato, in occasione del calcio di punizione di Lanini a pochi minuti dal recupero.


Nell’occasione mister Roselli si è trasformato in un centometrista piombando dalla propria area di competenza sulla trequarti campo, proprio prima che il direttore di gara accordasse un calcio di punizione per fallo in attacco. Il tecnico è stato espulso, ma contro il Fano siederà regolarmente in panchina.


Va peggio alla società che sarà costretta a sborsare 750 euro per un petardo esploso durante la ripresa. Questa la motivazione del giudice sportivo: “perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere, nel recinto di gioco, un petardo danneggiando la pista di atletica (obbligo risarcimento danni,se richiesto r.proc.fed.,r.c.c.)”.

Entra in diffida Alessio Di Massimo, ammonito al 26′ del primo tempo.

Condividi questo post:
error