Nereto-Samb 1-1, LE PAGELLE: Tanti attaccanti, pochi pericoli


NERETO-SAMB 1-1, LA CRONACA
SABBADINI: «UN GIORNO PER DECIDERE, ANCHE SU DONATI»

ABBRANDINI     S.V.

Qualche intervento preciso nei primi minuti, ma al 13’ è costretto a lasciare il campo in seguito ad un brutto scontro con Faye.

ALBONI              5,5

Primo tempo col freno a mano tirato per il numero 2, che accusa qualche difficoltà anche in copertura su Ouedraogo. Nella ripresa si concede qualcosa in più in fase offensiva, anche per via di un atteggiamento più remissivo degli avversari.

CIPOLLETTA       6

In un campo ai limiti della presentabilità come quello di Nereto lui e Zgrablic si rivelano le principali fonti di gioco (si fa per dire) per la Samb. A volte scomposto negli interventi, ma comunque piuttosto efficace.

ZGRABLIC           5,5

Donati fa esordire subito il centrale croato, con l’intento di dare fisicità ed esperienza alla difesa. Il temperamento non gli manca, ma nel secondo tempo va in tilt sui tentativi in contropiede dei giocatori in maglia azzurra.

AMATO              5,5

Pur non commettendo gravi errori, fa molta fatica a contenere Faye, sempre pericoloso nel primo tempo sulla fascia sinistra della Samb.

LORENZONI       4,5

Come centrocampista non dà il giusto apporto in fase di contenimento. Su di lui gravano grandi responsabilità in occasione del gol neretese: si fa scavalcare molto ingenuamente da un cross docile, permettendo a Ristovski di calciare dal limite dell’area con assoluta facilità.

LULLI                   5

Anche dopo il turno di riposo forzato (causa squalifica, contro il Porto d’Ascoli) dimostra di non aver cambiato passo rispetto alle prime deludenti prestazioni.

FERRETTI            6

La sua non è la miglior prestazione di questo inizio di stagione, ma nella pochezza complessiva resta comunque tra i pochi a mettere in apprensione Salvatori e compagni.

DI DOMENICANTONIO 5

Come centrale nei tre dietro a Mendicino si muove molto, ma i suoi spunti non mettono mai in apprensione la difesa di Bitetto. Le cose non cambiano neanche quando nella ripresa si sposta largo a destra.

PERONI              5,5

L’esterno classe 2000, anche lui alla prima da titolare, raramente riesce a sfondare sulla fascia sinistra. Dal canto suo riceve anche molti meno palloni rispetto a compagni più esperti come Ferretti e Di Domenicantonio.

MENDICINO      5

Spesso anticipato dagli avversari, anche sui duelli fisici con l’ex Salvatori accusa il colpo in più di una circostanza. Le partite disputate sono ormai diverse, ma lui sembra ancora imballato.

BRUNO               5,5

Qualche uscita incerta appena entrato in campo, comprensibile però visto il suo ingresso a freddo. Non riesce ad intervenire sul tiro di Ristovski, non angolatissimo ma abbastanza potente.

TRAVAGLINI      5,5

Gettato anche lui nella mischia per provare a scardinare una difesa, quella neretese, che però sembra avere una vita troppo agevole con il folto – ma inconsistente – attacco della Samb.

DE SENA             7

Non al meglio della condizione e dunque utilizzato soltanto negli ultimi venticinque minuti. Capitalizza l’unica vera occasione che gli capita, trasformando in gol il calcio di punizione che permette di evitare l’ennesima figuraccia.

LISI                      S.V.

Si posiziona a centrocampo nei minuti finali, quando le due squadre però si affidano ormai esclusivamente a lanci lunghi che scavalcano completamente i reparti di mezzo. Ingiudicabile.

ISACCO               S.V.

Fa il suo ingresso in campo quando sta per iniziare il recupero e gioca pochi palloni.

Daniele Bollettini

Commenti