Moneti scatena il web contro Gaspari


Il sindaco vuole utilizzare gran parte della multa con cui è stato condannato dalla Corte dei Conti per ultimare i lavori dello stadio del Torrione. Frustrato il presidente della Samb, che attacca il primo cittadino postando la sua intervista su Facebook. E c’è anche un precedente…

Il presidente rossoblù interrompe il lungo silenzio attaccando il primo cittadino su Facebook. A “provocare” il numero uno la volontà del sindaco di destinare 100mila euro al campo sportivo del Torrione.

 

LA SCENA DEL DELITTOIn un senso o nell'altro, a fare da pomo della discordia è ancora una volta il Riviera delle Palme. Nel corso di un'intervista pubblicata dal Corriere Adriatico si parla della sentenza con cui la Corte de Conti ha condannato il primo cittadino ed il dirigente comunale Polidori a risarcire l'ente per 170mila euro. Alla domanda “come verranno impiegati questi fondi?” il sindaco risponde che circa 100mila euro saranno destinati al completamento dei lavori per l'impianto sportivo del Torrione al Paese Alto. Un messaggio che non è andato giù al numero uno della Samb, sentitosi preso in giro da quel sindaco che – secondo molti – non è riuscito a dare un adeguato sostegno al club sportivo più rappresentativo della città.

 

LE REAZIONI – Di qui il post pubblicato sul gruppo Facebook “Un Mondo di Samb”, con lo screenshot dell'articolo incriminato. Subito si scatena un tourbillon di commenti, con il sindaco Gaspari immancabilmente preso di mira. Gli utenti del social non risparmiano nemmeno le altre società locali (Porto d'Ascoli e Grottammare), invocando una maggiore convergenza di forze verso un club glorioso che, tra mille fatiche, cerca di rinascere dalle sue ceneri per l'ennesima volta negli ultimi anni. Il pres, poco dopo, precisa di non avercela affatto con la società Torrione, rimarcando però che quei soldi sarebbero potuti servire al potenziamento dell'impianto di illuminazione, oppure al rifacimento del manto erboso (che, si sa, versa in condizioni vergognose). E dire che il Comune avrebbe già stanziato dei fondi per realizzare il campo sportivo in zona cimitero.

 

IL PRECEDENTE – A ben vedere, non si tratta del primo pesante attacco che il co-presidente della Samb rivolge al sindaco Gaspari. Basta spremere un poco le meningi, infatti, per farsi tornare alla mente la bollente vigilia di Macerata-Samb. Allora, Moneti, dichiarò “Io e Bucci a fine stagione ce ne andiamo… siamo stufi di farci prendere in giro da questa amministrazione”. Veleni, anche in questo caso, scaturiti dalle mancate promesse riguardo il Riviera delle Palme. In quel caso, seguirono degli incontri in Comune, con il sindaco che poi promise che i lavori di messa a norma dell'impianto (propedeutici alla convenzione di 15 anni per la gestione dello stadio) sarebbero partiti a breve (lavori, tra l'altro, che ancora devono iniziare). Una serie di episodi che hanno portato Moneti ad esternare tutta la sua delusione nella maniera più plateale possibile.

 

Daniele Bollettini

Condividi questo post: