Modena, storia e curiosità: gli anni in Serie A e il successo nella coppa Anglo-Italiana



Il Modena ha sede nell’omonima città emiliana ed è stato fondato nel 1912. I colori sociali dei canarini sono il giallo ed il blu. Nel corso della sua storia il club ha disputato 27 campionati di Serie A (l’ultimo nel 2003/04), 50 di Serie B e 23 di terza serie. Nella stagione 1979/80 ha militato in Serie C2: si è trattato del punto più basso toccato dal club emiliano prima del fallimento avvenuto nel novembre 2017, dopo che il sodalizio era già stato estromesso dal campionato di Serie C girone B, che ha fatto cadere il club modenese per la prima volta nei dilettanti. Il rifondato Modena FC 2018 ha perso lo spareggio promozione con la Pergolettese, ma poi è stato ripescato in Serie C in estate. Oltre ad aver vinto per due volte il campionato di Serie B, il Modena vanta il record di successi (due) nella coppa Anglo-Italiana ed una Supercoppa di Serie C. Fin dalla nascita del club le partite interne dei gialloblù si giocano allo stadio “Alberto Braglia”: terreno di gioco in erba naturale, capienza di 21.092 spettatori. Attualmente la società è presieduta dal signor Romano Sghedoni; allenatore della prima squadra è Michele Mignani, subentrato a stagione in corso a Mauro Zironelli. Il costo complessivo della trasferta è di 120 euro (50 di pedaggio autostradale, 70 di carburante). Per arrivare a destinazione si deve percorrere la A14 in direzione nord fino a Bologna e proseguire verso Milano per 55 km fino al casello Modena sud: dopo 13km di strada provinciale si giunge al Braglia. Il match di andata al Riviera delle Palme è terminato 1-1.


Commenti
Condividi questo post: