Magia di Acquadro su punizione, Samb sotto 1-0: LA CRONACA DEL PRIMO


FANO-SAMB 1-0
MARCATORI: 4’pt Acquadro

FANO (4-3-3) Sarr; Vitturini, Sosa, Konate, Setola; Acquadro, Lazzari, Tascone; Cernaz. Filippini, Ferrante. A disp. Voltolini, Diallo, Maloku, Magli, Fioretti, Mancini, Celli, Ndiaye, Scimia, Morselli, Selasi, Lulli. All. Epifani.
SAMB (4-4-1-1) Sala; Rapisarda, Biondi, Di Pasquale, Cecchini; Gemignani, Signori, Gelonese, Calderini; Ilari; Stanco. A disp. Pegorin, Zaffagnini, Miceli, Di Massimo, Kernezo, Rinaldi, Demofonti, Rocchi, Islamaj, De Paoli, Minnozzi, Panaioli. All. Roselli.
ARBITRO: De Angeli di Abbiategrasso (Saccenti-Baldelli).
AMMONITI: 12’pt Gelonese, 14’pt Sosa.
ANGOLI: 2-1.
NOTE: Giornata piovosa, terreno di gioco in buone condizioni. Completo granata per il Fano, divisa bianca con innesti rossoblù per la Samb.

Come l’Imolese il Fano passa dopo una manciata di minuti, la Samb si ritrova ad inseguire già al 4’. Di Pasquale stende a due passi dall’area di rigore Ferrante e De Angeli concede il calcio di punizione. Acquadro si incarica della battuta e fulmina Sala. I padroni di casa sfiorano il raddoppio sugli sviluppi di un calcio di punizione poco dopo il quarto d’ora. In campo c’è una Samb mutaforma: il 4-4-1-1 di Roselli si trasforma in 4-3-1-2 in proiezione offensiva con Ilari alle spalle di Calderini e Stanco. Tuttavia i rossoblù stentano nell’impostazione sbattendo contro la difesa granata. Calderini prova ad innescare Stanco con un cross dalla destra, al 25’, ma la torre rossoblù colpisce debolmente di testa. Roselli si sbraccia in panchina, segno evidente che i suoi non riescono ancora a mettere in pratica quanto preparato durante le sedute di allenamento. Respira la formazione rossoblù intorno al 34’ quando la pressione dalle parti di Sosa e Konate aumenta. Scaturiscono due calci d’angolo, sfruttati purtroppo male. Si è ancora imprecisi nel palleggio, i palloni persi sono occasioni per il Fano per lanciarsi in contropiede bucando spesso la catena destra con Rapisarda e Gemignani, in apprensione sulle salite di Acquadro e Setola. C’è poca Samb nella prima frazione, troppo leggera per poter portare pericoli seri alla porta di Sarr.

Redazione


Condividi questo post: