Magi: «I rinvii complicano il nostro lavoro. È la prima volta che vivo una situazione così»


Il ritardo nella partenza del prossimo campionato di Serie C sta comportando diversi problemi per le società. Tra ritiri prolungati, e annesse spese, e allenamenti “in vista di…” tanti sono i punti interrogativi che dovranno trovare risposta alla partenza. Dal punto di vista tecnico è necessario tenere i giocatori sulla corda, per presentarsi al meglio. Per molte squadre, in ritardo di condizione o in difficoltà nel calciomercato, può essere una benedizione. Mister Giuseppe Magi, ai microfoni di VeraTv, ha parlato dei risvolti:


«Si parla tanto di costi di gestione delle società, ma stare un mese in ritiro e giocare dopo a due mesi di distanza è qualcosa che stona. Poi complica pure il lavoro perché non è facile stimolare i giocatori che fanno fatica a trovare la motivazione giusta in vista del campionato. Ci si allena senza l’obiettivo della partita della domenica. È la prima volta che mi capita di vivere una situazione come questa. Avremo delle risposte e molte squadre saranno pronte, altre no. Io mi auguro che la mia squadra riesca ad arrivare ad uno standard ottimale, ma solo l’inizio ci darà delle risposte. Non avere una partita vera e propria non rende facile intervenire sulle falle, ma bisogna essere equilibrati. L’incognita sarà anche il turno infrasettimanale e non avendo indicazioni si rischia, in 5-6 giornate, di compromettere la stagione perché i tempi per rimediare si riducono».

Condividi questo post: