Atletico Centobuchi, che tonfo: 5-0 in casa del Valdichienti Ponte




VALDICHIENTI PONTE-ATLETICO CENTOBUCHI 5-0
VALDICHIENTI PONTE (4-3-3)
: Mallozzi; Romagnoli, Fermani, Monteneri, Iommi; Marconi (27′st Pandolfi), A. Lattanzi (10′st Ciucci), Badiali (15′st Marcaccio); Ripa (24′st Salvatelli), Garbuglia (34′st Romoli), Castellano. A disposizione: Piergiacomi, Cudini, Bastianelli, Mercuri. Allenatore: Giandomenico.
ATLETICO CENTOBUCHI (4-2-3-1): G. Lattanzi; Caioni (15′st Capriotti), Coccia (38′st De Castri), Piunti, Oddi; Aloisi, Calvaresi; Liberati (22′st Mascitti), Diarra, Diop (10′st Granito); Picciola (15′st Piemontese). A disposizione: Carminucci, Porfiri, Felicioni, Del Gatto. Allenatore: Mazzaferro.
ARBITRO: Rogani di Macerata (Busilacchi di Ancona e Caporaletti di Macerata).
RETI: 8’ e 6’st Garbuglia, 12’ Monteneri, 23’ Badiali, 11’st Marconi.
NOTE: espulso 15’st G. Lattanzi; ammoniti: Ripa, Coccia, A. Lattanzi, Oddi; angoli 4-3; recupero: 1’+0′.

Brutta sconfitta per l’Atletico Centobuchi che cede con un netto 5-0 alla capolista Valdichienti Ponte. L’inizio dei biancocelesti è da film horror con tre reti subite nei primi 23 minuti:  all’ 8′ è Garbuglia ad aprire le danze di testa. Trascorrono quattro minuti e arriva il raddoppio con Monteneri che sottomisura fissa il 2-0. Al 23′ arriva il 3-0 grazie a Badiali che supera due uomini e mette dentro. Sul triplo vantaggio la gara è già virtualmente chiusa. Gli uomini di Mazzaferro effettuano il primo tiro al 42′ con Aloisi col pallone che sorvola la trasversale.


Ad inizio ripresa il Valdichienti Ponte torna a spingere fortissimo collezionando tre palle gol non concretizzate ma, al quarto tentativo, arriva il poker con Garbuglia che supera Lattanzi in pallonetto e firma la personale doppietta. C’è il tempo per assistere alla quinta segnatura ad opera di Marconi e all’espulsione di Lattanzi che viene mandato anzitempo negli spogliatoi per aver detto qualche parola di troppo all’arbitro. Per l’Atletico Centobuchi una brutta giornata da dimenticare in fretta per riprendere il discorso salvezza.

Condividi questo post: