Il saluto di Bellomo: «Samb regina delle Marche, questo non è un addio»


Emozioni forti per Nicola Bellomo, che in lungo post sul suo profilo Instagram ha voluto salutare il popolo sambenedettese:

«Sono passati un paio di giorni da quel brutto giorno in cui è finito il nostro sogno, voglio scrivere qualcosa che sento. Ho giocato in tante squadre di A, B, C, ho sempre dato tutto in campo, poi avrò fatto bene o male ma quello fa parte del gioco. Sono un ragazzo che ad impatto potrebbe sembrare un po’ strano per il mio modo di essere però chi mi ha conosciuto in questi anni sa chi sono realmente. Potrei dilungarmi ma non finirei più, quindi preferisco ringraziare i miei compagni di squadra, un gruppo fantastico, ringraziare voi TIFOSI che perché non ci avete mai fatto mancare il supporto sia fuori che soprattutto in casa. Nella mia vita calcistica mi sono emozionato tante volte, ma solo 3 volte mi hanno lasciato un segno dentro al cuore: 1) giocando nella squadra della mia città (Bari) 2) il 1 gol in Serie A contro l’Inter 3) quest’anno qui con voi, vedendo lo stadio gremito di persone con voi che cantavate per noi 90 minuti! Siete una marcia in più, meritate altre categorie. Non voglio scrivere più nulla perché solo immaginando la curva mi brillano gli occhi. Da oggi avrete un tifoso in più perché mi avete lasciato qualcosa nel cuore e vi porterò sempre con me. Non è una addio, ma un arrivederci. La regina delle Marche è la Samb!».

Parole forti quelle del fantasista che sembra diretto alla Salernitana, parole che testimoniano come l’esperienza alla Samb – per chiunque – sia qualcosa di complicato da dimenticare.

Redazione

Condividi questo post: