Ghirelli: «Ci sono ferite che saranno difficili da rimarginare»



E’ un Francesco Ghirelli amareggiato e anche dispiaciuto quello che è stato intervistato dal portale Tuttoc.com alla conclusione del Consiglio Federale che ha sancito la promozione di Monza, Vicenza e Reggina, la retrocessione di Gozzano, Rimini e Rieti ma anche la disputa di playoff e playout: «C’è stata una diversità di posizioni – esordisce Ghirelli – Dopodiché, abbiamo collaborato correttamente in modo tale da portare a conclusione la situazione».

E poi sulle retrocessioni: «A me dispiace per le società che retrocedono, però è la posizione che ha preso la maggioranza e deriva anche dalle possibilità attribuite alla FIGC dal Decreto Rilancio. Si va avanti in quella direzione. Mi auguro si possa concludere il campionato in maniera serena, per quanto possibile: ci sono ferite che saranno difficili da rimarginare. Teniamo conto che si è giocata una partita sul bersaglio grosso. Abbiamo scongiurato incursioni violente, dirette a mettere in discussione la Serie C.

Alcuni hanno aperto anche dall’interno varchi per un progetto assurdo come B1 o B2. Noi siamo per le riforme, l’ho ribadito anche oggi: quando entreremo nel merito vedremo chi ha bluffato o meno. Le riforme, va chiarito, riguardano la A, la B, la C, la D: se qualcuno pensa di giocare sulla distruzione della C ha già perso. Ora la partita si gioca sulla qualità della riforma».


Commenti
Condividi questo post: