Fusco: «Ci sono squadre più strutturate di noi ma il campo è il giudice insindacabile»



Il Direttore Sportivo della Sambenedettese Pietro Fusco, intervenendo alla trasmissione “Gli scienziati nel Pallone” parla del gioco espresso dalla formazione rossoblu guidata da Paolo Montero: «L’idea di calcio che avevamo questa estate era quella di far appassionare i tifosi visto che lo scorso anno alla fine c’era tanto scoramento anche a livello societario e abbiamo scelto sia Montero che i calciatori proprio per portare avanti questa idea. Quando tutte le cose sono apposto e ognuno lavora per il proprio ruolo e competenze e i calciatori sono responsabilizzati possiamo essere sulla strada giusta per fare qualcosa di bello poi è chiaro che il campo è il giudice insindacabile».

E poi sulla possibilità di poter lottare per la vittoria finale: «La tifoseria è giusto che voglia sognare ma noi dobbiamo essere onesti e non vogliamo vendere fumo. E’ ovvio che ci sono società che per budget e numeri siano più strutturate e sicuramente con ambizioni diverse poi c’è il campo e vedremo quello che succede. E’ chiaro che Vicenza e Padova hanno fatto un grande mercato e ci aggiungerei anche Feralpisalò, Triestina e Reggiana».


Condividi questo post:
error