Coppa Italia: Porto d’Ascoli-Grottammare 2-2, derby spettacolare. LA CRONACA


PORTO D’ASCOLI-GROTTAMMARE 2-2
PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Verissimo; Leopardi, Sensi, Tassotti (18’st Manoni), Trawally; Alighieri (35’st Gagliardi), Gabrielli, Schiavi (18’st Lanzano); Cappelli, Liberati, Gaeta. A disp. Bernardi, Piunti, Valori, Verdesi, D’Alò, Massi. All. Sante Alfonsi.
GROTTAMMARE (4-3-3): Beni; Orsini (23’st Paolucci), Vespasiani, Oresti, Vallorani; Traini (39’st Di Giorgio), Haxhiu, De Cesare; D’Angelo, Rapagnani, De Panicis (30’st Jallow). A disp. Pignotti, Franchi, Ioele Andrea, Lisciani, Ioele Michele. All. Manolo Manoni.
Arbitro: Davide Santoro di Pesaro (Leombruni-Gasparini).
Reti: 41′ Schiavi, 2′ st Rapagnani, 9’st De Panicis, 39’st Gaeta
Note. Spettatori: 300 circa; ammoniti: Rapagnani, Alighieri, Haxhiu; angoli: 5-5; recupero: 1’+4′.

PORTO D’ASCOLI – Finisce in parità il derby di Coppa Italia tra Porto d’Ascoli e Grottammare. Ne esce fuori un 2-2 al termine di una gara molto spettacolare con gli uomini di Manoni che debbono mangiarsi i gomiti per la grande occasione sprecata. Dopo essere andati sotto alla fine del primo tempo, De Cesare & C. sono riusciti a ribaltare ad inizio ripresa e hanno mancato almeno tre occasioni per dare il colpo del KO prima di subire il pareggio di Gaeta e rischiare anche di perderla.

CRONACA: Il Porto d’Ascoli torna a giocare una gara ufficiale dopo la delusione contro il Classe e deve fare a meno di Di Nardo e Rossi squalificati e Carosone infortunato. Manoni, invece, non può schierare gli infortunati Ciabuschi e Mancini e posiziona al centro dell’attacco l’ultimo arrivato Rapagnani. Nei primi minuti è più PdA con i tentativi di Gaeta e Liberati, Schiavi e anche Cappelli. Gli ospiti si vedono con Haxhiu poi, al 41′, la gara si sblocca con Schiavi che sfrutta al meglio un perfetto assist di Leopardi mettendo dentro con l’aiuto del palo.

Il Grottammare ha subito l’occasione del pari ma D’Angelo la sbaglia. Nella ripresa si materializza subito l’1-1 con D’Angelo che serve l’assist a Rapagnani il quale insacca di testa. Trascorrono 7′ e gli uomini di Manoni mettono la freccia con un perfetto contropiede di De Panicis che fa secco Verissimo. Il Pda sbanda e rischia di soccombere per mano di D’Angelo, De Panicis (clamorosa traversa) e Jallow ma trova il pari con Gaeta che sfrutta al meglio l’assist di Trawally. Gli uomini di Alfonsi hanno anche l’occasione per vincere ma Oresti si immola su Gagliardi ed evita un gol sicuro. Prossimo appuntamento mercoledi 26 settembre Monticelli-Porto d’Ascoli

 

Condividi questo post: