Con Fusco si cambia: ora anche la Samb punta ai prestiti


C’era una volta il “Progetto giovani“, portato avanti dalla Samb di Fedeli e perpetrato dai DS Panfili e Lamazza, dal DG Gianni e dall’AD Andrea Fedeli.

Con le dimissioni di Andrea Gianni, la lontananza di Andrea Fedeli e l’arrivo di Pietro Fusco in organigramma, cambiano completamente i piani della società.

Il diesse è al lavoro per portare in rossoblù diversi elementi che permetteranno a mister Roselli di arrivare in fondo alla stagione cercando di risolvere anche la crisi lasciata dal mercato oggettivamente deficitario dell’estate. Vero che sarebbe stato impossibile prevedere le contemporanee assenze per infortunio di Biondi, Di Pasquale e i fastidi al ginocchio di Zaffagnini (dovuti comunque al lungo e perdurante sforzo delle tante gare concentrate in pochi giorni).

Gli obiettivi di questa finestra di riparazione, con Scalera già approdato in rossoblù dal Pescara (prestito fino al termine della stagione) passando pure per Orlando e Carillo, sono under e cercati dalla società in prestito. In primis per attendere il rientro di Davide Di Pasquale, alle prese con il recupero dopo l’operazione di dicembre poi per ragionare in chiave futura, magari proprio con Roselli e Fusco.

Condividi questo post: