Buona Samb ma con la Triestina finisce 0-0. LA CRONACA


SAMB-TRIESTINA 0-0

SAMB (3-5-2): Pegorin; Zaffagnini, Biondi (4’pt Celjak), Di Pasquale; Rapisarda, Rocchi, Gelonese, Signori (27’st Ilari), Cecchini; Calderini (42’st Di Massimo), Stanco. A disp. Sala, Miceli, Islamaj, De Paoli, Gemignani. All. Roselli.
TRIESTINA (4-2-3-1): Valentini; Formiconi (26’st Libutti), Codromaz (36’st Malomo), Lambrughi, Sabatino; Coletti, Steffè (36’st Bolis); Petrella (29’st Baritti), Bracaletti (29’st Hidalgo), Beccaro; Procaccio. A disp. Boccanera, Pizzul, Gubellini, Pedrazzini, Lubian, Marzola. All. Pavanel.
ARBITRO: Carella di Bari (Micaroni-Di Giacinto).
AMMONITI: 17’st Signori.
ANGOLI: 6-3.
RECUPERI: 1’-4’.
NOTE: Giornata piovosa, 13°. Terreno di gioco in buone condizioni. Samb in completo rossoblù, divisa bianca con innesti rossi per la Triestina. Spettatori: XXX.

 

Ancora una volta la Samb, che naviga nelle zone melmose della classifica, se la gioca alla pari con una big del girone. La Triestina di mister Pavanel, allievo di Roselli proprio nelle stagioni da alabardato, trova il secondo pari di fila, stavolta al Riviera delle Palme. Gara emozionante e giocata a viso aperto da entrambe le compagini. Avvio sfortunato per la Samb: dopo quattro minuti alza bandiera bianca Biondi, esordio stagionale per Celjak che prende posto nel tridente difensivo. L’inizio rossoblù è arrembante, come ci si aspettava. È Rapisarda a creare più grattacapi sulla fascia di competenza mettendo seriamente in difficoltà Beccaro e Sabatino. La prima conclusione pericolosa è di Calderini, al 17’, con Valentini pronto nella risposta. Il pubblico incita in maniera crescente. La Triestina porta avanti le bocche di fuoco, ma la difesa della Samb respinge bene. La pressione locale aumenta dalle parti di Valentini, Calderini accende e spegne l’allarme della retroguardia ospite inserendosi con continuità tra le linee. Il rischio però la Samb lo corre al 32’ quando su corner Codromaz stacca incredibilmente da solo in area, fortuna l’imprecisione. A cinque dal termine Coletti testa i riflessi di Pegorin che in volo, sulla conclusione dalla distanza, devia in angolo. La seconda metà della frazione è a tinte biancorosse. I rossoblù si riprendono l’inerzia del match con una serie di corner a ridosso dell’intervallo. Sul primo della serie Rocchi raccoglie una palla vagante fuori area e prova l’infilata che spaventa Valentini, ma si spegne sul fondo, deviata. Non cambia il canovaccio tattico della ripresa: la Samb corre e la Triestina insegue. Corner alabardato al 18’: Coletti batte in area e nel mischione Pegorin svetta con i pugni. I rossoblù sono ordinati, anche quando la squadra è riversata in attacco, si abbassa il rischio delle ripartenze avversarie. Roselli richiama in panca Signori, gara di fatica la sua, per dar spazio ad Ilari in una ottica leggermente più offensiva. Rischia il vantaggio la Samb poco prima della mezz’ora: Rapisarda strappa la palla dai piedi di Bracaletti e lancia Calderini. L’avanti arriva sul fondo del campo e prova il tiro di destro che passa davanti a Valentini. Ancora Samb con Cecchini che si porta in fondo e prova ad imbeccare Stanco la cui conclusione sbatte sull’esterno della rete. Dentro pure Di Massimo, a rilevare uno stanco Calderini. Nel poco tempo a disposizione e con le squadre accontentatesi del pari e quindi chiuse in trincea c’è poco da fare. Al triplice fischio resta uno 0-0 che per la Samb ha comunque sapore di vittoria vista la buona prestazione messa in campo contro la Triestina. Nel prossimo turno i rossoblù se la vedranno con la Virtus Vecomp Verona, ritornando in trasferta dopo le due gare casalinghe.


Redazione


Condividi questo post: