Bomber Chimenti: «Zoboletti uomo buono. A fine partita mi dava dei soldi in più»



In tanti, tantissimi a San Benedetto hanno dei ricordi legati alla figura di Ferruccio Zoboletti. Chi ha vissuto dentro la Samb, in particolare, ne ha più di uno per testimoniare la grandezza dell’uomo e i valori che lo hanno contraddistinto per tutta la sua vita. È così anche per Francesco Chimenti, che nel corso di un’intervista rilasciata al Resto del Carlino ha detto: «Era un uomo buono. Ora lo posso dire: a fine gara mi dava dei soldi in più. Li traeva di tasca propria e me li consegnava. Poi li andavo a dividere con compagni, magazzinieri, tecnici ecc. Loro mi chiedevano da dove venissero ma Zoboletti mi aveva chiesto di non farne parola con nessuno. Lo faccio ora. Ai tempi era vicepresidente e non voleva che il suo gesto venisse inteso come una prevaricazione nei confronti dei soci».


Condividi questo post:
error