Coppa Italia: Grottammare-Monticelli 2-3, festeggia il Porto d’Ascoli


GROTTAMMARE-MONTICELLI 2-3
GROTTAMMARE: Renzi, Maiga Silvestri, Vallorani (1’st Orsini Daniele), Haxhiu (11’st De Panicis), Di Antonio (22’st Pagliarini), Mancini, Ioele Andrea (1’st Franchi), Ioele Michele, Rapagnani, Casolla, Di Giorgio (15’st Tanzi). A disp. Beni, Lisciani, Giuliani, Pagliarini, Tanzi, De Panicis, Vespasiani. All. Manolo Manoni.
MONTICELLI: Orsini Nicolò, Mezzetti (15’st Aliffi), Tazi (22’st Cesca), Manca, Cotroneo, Sale Pablo, Giantomassi, Kelvine, Cocci (32’st Bellamacina), Capriotti Matteo (8’st Suwareh), Bruni (26’st Mastrojanni). A disp. Capriotti Francesco, Vallorani Simone, Mechetti. All. Luigi Zaini.
ARBITRO: Gianluca Clementi di Ancona (Gasparini-Busilacchi)
RETI: 34′ Cocci, 39′ rig. Sale Pablo, 19’st Suwareh, 24′ st, 49’st rig. Rapagnani
NOTE. Spettatori: 50 circa; angoli: 2-5; recupero: 0’+4′.

Il Monticelli conquista la prima vittoria stagionale ma è un successo inutile in quanto gli ascolani erano già eliminati dalla Coppa Italia. Festeggia il Porto d’Ascoli mentre il Grottammare che doveva vincere con due gol di scarto perde, invece, per 3-2. Gara zeppa di giovani calciatori che hanno l’occasione di mettersi in mostra. Nel primo tempo è il Monticelli a farla da padrone: gli uomini di Zaini passano in vantaggio al 34’quando un tiro di Capriotti dal limite dell’area incontra le gambe di Cocci che gli cambia traiettoria e per il giovane Renzi non c’è nulla da fare.

Gli ascolani premono sull’acceleratore e trovano il raddoppio con Sale Pablo che trasforma un rigore per l’atterramento di Capriotti ad opera di Haxhiu. Ad inizio ripresa il Grottammare ha una grande occasione con Rapagnani per riaprire il match prima di soccombere per la terza volta grazie a Suwareh lesto a ribadire una respinta di Renzi. Sullo 0-3 i padroni di casa hanno un moto d’orgoglio con Rapagnani che prima accorcia con un tiro preciso all’angolino e poi, in pieno recupero, fissa il risultato sul 2-3 su rigore concesso per atterramento di De Panicis.


Condividi questo post: