Zironelli: «Sono arrivate critiche esagerate. Un presidente come Serafino bisogna tenerselo stretto»



ZIRONELLI: «VOGLIO UNA SQUADRA PIÙ CORAGGIOSA»

La conferenza stampa in cui si è presentata la partita col Legnago ha visto un Mauro Zironelli all’attacco. L’allenatore rossoblù, infatti, si è scagliato contro le eccessive che sarebbero state mosse nei confronti del club in queste ultime settimane. E lo ha fatto partendo da lontano. «Abito a due passi da Sandrigo, dove è nato un grande come Tiziano Manfrin, e per questo ho sempre seguito la Samb anche in passato: so che questa è una piazza esigente, ma penso che a volte lo sia un po’ troppo – ha detto Zironelli -. Penso che sia da pazzi arrivare a criticare una società come questa, che ha investito tantissimo in un periodo tra l’altro drammatico come questo di pandemia. Si sta cercando di costruire qualcosa per il futuro: il centro sportivo, il nuovo manto allo stadio… Penso che un presidente come Serafino bisogna cercare di tenerselo stretto». Chiosa anche sulla classifica e sulle ambizioni che può avere una squadra come la Samb: «Se pensiamo che si debba per forza arrivare subito in Serie B e che la Samb è sullo stesso livello di squadre come Padova o Perugia, allora si sbaglia».


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Condividi questo post: