Vicenza, l’ago della bilancia del mercato di riparazione. Big in partenza?


Il caso Vicenza tiene sulle spine un po’ tutta la Serie C. A parte il rischio di ripercorrere le orme del Modena il periodo del calciomercato potrebbe risultare fatale per le economie e per la classifica del club. C’è una scadenza che pende come una spada di Damocle sull’attuale proprietà: al 10 gennaio, termine ultimo per il pagamento degli stipendi, manca meno di una settimana. La società del nuovo presidente Sanfilippo rischia di perdere i propri tesserati che, in caso di mancata corresponsione degli emolumenti, potrebbero chiedere lo svincolo d’ufficio. Non solo. Per, eventualmente, sanare i debiti e rimpinguare le casse potrebbe essere anche necessario “svendere” qualche giovane di prospettiva. A quel punto tanti degli elementi di spicco della rosa di mister Torrente potrebbero accasarsi altrove. È il caso, giusto per fare un esempio, della Samb che è sulle tracce dell’ex Venezia Malomo e del centravanti Comi. Bangu e Alimi fanno gola ad alcuni club del girone C. Alex Valentini, portiere classe ’88, è seguito con attenzione da diverse squadre in C e dalla B dove l’interesse dell’Ascoli non è un segreto. L’attuale proprietario del “Lane” ha garantito ieri, a margine di un incontro con alcuni esponenti della tifoseria, che gli stipendi arretrati saranno pagati poi si passerà al saldo dei debiti pregressi.

Condividi questo post: