Vi presento il Sudtirol: «Squadra in crescita, play off possibili. Che intesa Costantino-Gyasi»


Quattro risultati utili consecutivi e zero gol subiti negli ultimi 360’: il Sudtirol arriva a San Benedetto carico di fiducia dopo un avvio di stagione in cui non sono mancate le difficoltà. Ad analizzare lo stato di forma e le ambizioni degli altoatesini è Francesco Bertagnolli, corrispondente de La Gazzetta dello Sport.

Due vittorie e due pareggi nelle ultime quattro partite: Francesco, quello che sta vivendo il Sudtirol è sicuramente il miglior momento della stagione, almeno fino ad ora.

«Vero, la squadra è in salute, anche se in trasferta forse non ha ottenuto quanto meritava. Dopo qualche titubanza iniziale, poi, il mister sembra aver trovato una quadra, considerando anche che si sta affidando quasi sempre allo stesso undici iniziale».

In queste ultime quattro partite mister Zanetti è riuscito a mantenere imbattuta la porta biancorossa.

«Con lo scambio di Frascatore (che prima era uno dei tre centrali) a sinistra si è trovato il giusto equilibrio. Certo, la difesa del Sudtirol attualmente è di sicuro affidamento».

Oltre all’ex Samb Cia nella rosa altoatesina Costantino, attaccante che conosce bene il calcio marchigiano.

«Per lui, che aveva sempre fatto bene in Serie D, il salto di categoria era un po’ un banco di prova. Sta crescendo bene, aiutato anche da Gyasi che sta vivendo un ottimo momento di forma. L’intesa tra loro due è ottima, anche se a San Benedetto – visti gli impegni ravvicinati – potrebbe esserci un po’ di turnover anche in attacco, dando spazio a Gatto».

Nella scorsa estate la Samb era andata anche vicina a tesserare l’ex Carrarese. Quali sono le sue caratteristiche?

«Penso che sia un giocatore che ha bisogno di fiducia; facendo leva più su doti fisiche che tecniche è logico che si tratta di un atleta che ha sempre bisogno di giocare. In Alto Adige ha trovato una situazione favorevole ed i risultati lo dimostrano».

L’avvio di stagione pesa ancora sulla classifica, il Sudtirol ora è 12esimo. Pensi che possa centrare i play off?

«Gli spareggi li vedo come un obiettivo possibile. Il momento più difficile penso che sia passato ed i risultati parlano di una squadra che è in totale crescita. Con l’esclusione del Modena, poi, una squadra così giovane sia più tranquilla e possa giocare più spensierata».

Redazione

Condividi questo post: