Vallocchia via, Fedeli duro: «Capuano si sente padrone, non può distruggere i giovani»


«Il ragazzo non era più motivato, mi si è messo a piangere pregandomi di acconsentire alla cessione». Così Franco Fedeli commenta la partenza di Andrea Vallocchia (prestito con diritto di riscatto all’Olbia). Parole forti quelle del presidente della Samb, che fa capire come sulla decisione abbia pesato non poco la figura di Ezio Capuno: «Vallocchia è un giocatore importante e questo allenatore si sente padrone di tutto, non può distruggere i nostri giovani. La partenza di Vallocchia è una cosa che non mi è piaciuta» ha detto il numero uno rossoblù al Corriere Adriatico.

Redazione

Condividi questo post: