Un nuovo inizio: Virtus Verona-Samb, IL COMMENTO



SAMB, CHE RIMONTA A VERONA: 2-1. LA CRONACA

ROSELLI: «TRE PUNTI IMPORTANTISSIMI»

FEDELI: «ADESSO È TUTTA UN’ALTRA SAMB»

Torna dopo 10 anni (sconfitta 1-0 col Verona al Bentegodi) la Samb in una terra scaligera solitamente avara con i colori rossoblù, che stavolta invece trovano una vittoria in extremis ottenuta in uno scontro diretto nei bassifondi della graduatoria e che per questo è come se di fatto valesse il doppio di punti. Contro la Virtus Vecomp, peggior difesa del campionato e abituata a subire gol in zona Cesarini, evento ribadito quest’oggi, ma che nelle ultime giornate stava rendendo la vita difficile a tutti Rapisarda, tornato quello che conosciamo, e compagni hanno sfoderato una ripresa con i fiocchi, ribaltando il risultato della prima frazione. Certo la superiorità numerica è stata significativa, ma bisogna pure saperla sfruttare (il “barone” Liedholm sosteneva addirittura che in 10 si gioca meglio) e il secondo tempo garibaldino degli ospiti, trascinati da un centinaio di straordinari supporters, è stato da urlo. Per la prima volta la Samb vince in trasferta, segna più di un gol lontano dal Riviera e conferma il suo processo di crescita, evidente tra le mura amiche ma anche nella sfortunata sconfitta di Vicenza. Il marchio oltre che dei calciatori è sicuramente di Roselli, bravissimo oggi nel sostituire, subito dopo l’espulsione veneta, il già ammonito Rocchi con un Di Massimo, finalmente in partita e anche lui decisivo nell’arrembaggio finale. Comincia ad essere meno brutta anche la classifica, che per la prima volta in questa finora durissima stagione vede la Samb al di sopra della zona play out, oltretutto con una gara da recuperare a Terni. Continuano purtroppo anche gli infortuni: venerdì è capitato il guaio muscolare di Stanco, sabato quello più serio a Di Pasquale. In questo senso provvidenziale è stato l’intervento societario sul mercato, dove il d.s. Fusco ha reperito due ottimi elementi di categoria, come Celjak e Caccetta, che hanno completato il pacchetto di over e che sono già stati entrambi positivamente impiegati. Quello che stanno facendo società, Roselli, i suoi calciatori e gli encomiabili tifosi rossoblù appare come un nuovo e vero inizio di campionato: ora è più che mai il caso di insistere lungo la strada intrapresa a partire dal prossimo ostico impegno casalingo contro gli altoatesini.

Condividi questo post: