Sudtirol-Samb 3-0: partenza thriller e rigore di Morosini. IL PRIMO TEMPO



SUDTIROL-SAMB, LE FORMAZIONI

Parte forte il Sudtirol che conquista subito un corner. Mazzocchi si coordina sul primo palo, ma la retroguardia ospite si salva. Sfonda Di Pasquale per vie centrali, porta a spasso un paio di uomini poi serve Volpicelli. L’esterno si accentra e conclude, la sfera si impenna dopo il tocco di un avversario e diventa facile preda per Cucchietti. Dopo 8’ Di Massimo gli fa eco, provando stavolta di destro. La palla si alza sopra la traversa. Scoccato il 10’ la Samb perde la testa e in un paio di minuti si ritrova sotto, per due volte. Prima è Miceli a sbagliare in disimpegno favorendo l’inserimento di Casiraghi. Per l’ex Gubbio è facile poi saltare Rapisarda in piena rincorsa e battere Santurro. Un minuto dopo è Mazzocchi ad approfittare di una sponda di Tait, sugli sviluppi di un calcio di punizione da centrocampo. Tutto solo, l’avanti altoatesino, fulmina l’estremo difensore con un potente rasoterra. I rossoblù devono riorganizzare le idee perché, forse complice il terreno di gioco instabile e la relativa impossibilità di produrre il calcio che è nelle corde di Rapisarda e compagni, il Sudtirol rischia di avere vita facile. Come in occasione del rigore concesso da De Santis al 24’. Turchetta entra in area e prova la conclusione, si oppone Di Pasquale in maniera scoordinata e tocca con un braccio. Penalty sacrosanto: Santurro intuisce, ma non può impedire l’esultanza di Morosini. Padroni di casa al piccolo trotto, di fatto, la Samb, in campo non è scesa.


Commenti
Condividi questo post: