Renate col Santarcangelo, Fermana a Padova per l’impresa: ECCO LA 17^ GIORNATA


RENATE – SANTARCANGELO

Deve tornare immediatamente a vincere il Renate, se vuole mantenere sogni di gloria: il Padova ha guadagnato quattro punti sui nerazzurri nelle ultime due giornate, portandosi a più sei; i padroni di casa dunque dovranno superare il Santarcangelo, penultimo, tornato alla sconfitta dopo quattro partite positive. Si affrontano la migliore e la peggior difesa ( otto gol subiti contro trentadue ), e le premesse per il successo del Renate ci sono tutte, soprattutto per la voglia di riscatto dopo la pessima prestazione inscenata a Ravenna; anche le sorprese, però, non sono mai mancate: vedremo chi la spunterà.

FANO – TRIESTINA

Non il miglior avversario possibile per questo Fano, che necessita di punti come di ossigeno, visto l’ultimo posto a quota sette: i marchigiani infatti ospiteranno una Triestina arrembante, miglior attacco del torneo con venticinque gol all’attivo, reduce dal bel successo per 3-1 sul Gubbio. Il pareggio sul campo del Mestre ha restituito un pizzico di morale ai padroni di casa, ma servirà un’impresa per piegare questa Triestina, lanciata all’inseguimento delle prime posizioni: sarà rinascita o profondo rosso?

FERALPISALO’ – SUDTIROL

Sfida importante in zona playoff, quella tra FeralpiSalò e Sudtirol. i padroni di casa sembrano finalmente aver trovato il bandolo della matassa, ed il secondo posto dista ora solo tre punti; la vittoria ottenuta sul campo del Santarcangelo era tutt’altro che scontata, anche se con gli altoatesini sarà un’altra storia: gli ospiti infatti hanno riposato nell’ultimo turno, dopo la vittoria a Fano, e vogliono continuare la loro striscia di imbattibilità che dura da oltre un mese; inoltre, con un successo, aggancerebbero gli avversari. Che vinca il migliore!

GUBBIO – BASSANO

Uno status davvero poco invidiabile quello del Bassano, una parabola dalle stelle alle stalle: un punto nelle ultime sei partite, prima delle quali i ragazzi di Magi guardavano tutti dall’alto, mentre ora si trovano addirittura estromessi dalla zona playoff, dopo l’ultima sconfitta contro la Reggiana. I veneti saranno ospiti di un Gubbio che vuole ritrovare il sorriso, dopo le ultime gare che hanno visto gli umbri uscire spesso sconfitti: con una vittoria si metterebbero momentaneamente al riparo dal terzultimo posto, e avvicinerebbero in classifica proprio il Bassano.

VICENZA – RAVENNA

Momenti opposti quelli di Vicenza e Ravenna: i padroni di casa sono crollati dopo una breve risurrezione, gli ospiti hanno trovato una di quelle vittorie che possono svoltare una stagione. I padroni di casa, contro il Pordenone, sono incappati nella terza sconfitta consecutiva, ed in caso di quarto K.O. la zona retrocessione potrebbe farsi paurosamente vicina. Proprio il Ravenna, al momento, occupa quel terzultimo posto a soli tre punti dal Vicenza, grazie all’impresa contro il Renate nell’ultimo turno: continuerà la rinascita dei giallorossi o saranno i veneti a risollevarsi?

REGGIANA – ALBINOLEFFE

Gara che si preannuncia ad alto tasso di spettacolo, quella che metterà di fronte Reggiana e Albinoleffe. I padroni di casa, quattro vittorie nelle ultime cinque, viste anche le prestazioni offerte, sembrano inarrestabili, così come sembrava inarrestabile l’Albinoleffe prima di incontrare il Padova. La sconfitta nello scontro diretto potrebbe aver minato qualche certezza nei bergamaschi, al momento terzi con Samb e Pordenone, ma sarà il campo a parlare. Gli ospiti vorranno evitare la seconda débâcle consecutiva, ma guai a svegliare la Reggiana dal suo sogno.

PADOVA – FERMANA

Sarà la capolista Padova a chiudere il programma di questa diciassettesima giornata. Gli uomini di Bisoli al momento dormono sonni tranquilli, ma per mantenere questo vantaggio occorre tenere sempre alta la concentrazione, perché lo sgambetto è sempre dietro l’angolo. Chissà se questo sgambetto non vesta di gialloblù e non risponda al nome di Fermana: toccherà ai canarini cercare l’impresa contro “l’invincible armada” patavina, reduce da quattro vittorie consecutive tutte per 2-1. L’ultimo sgambetto, il Teramo, fu altrettanto inaspettato: sarà solita routine o Sansovini & co. firmeranno l’impresa?

Gian Marco Calvaresi

Condividi questo post: