Samb-Triestina 1-0, LA CHIAVE TATTICA | Montero l’ha vinta con la qualità



SAMB-TRIESTINA 1-0, LA CRONACA

MONTERO: «ORGOGLIOSO DEI RAGAZZI»

Stesso lay out tattico per Paolo Montero e Bepi Pillon, ma l’applicazione del più classico degli schemi di gioco, il 4-4-2, è stata davvero molto diversa tra i due allenatori. La freschezza di un “novellino” della panchina come il Pigna si è vista nella libertà concessa ad elementi come Babic e Botta, che nel primo tempo si sono spesso scambiati di posizione non dando punti di riferimento ad una difesa, quella alabardata, che è andata completamente in panne nella ripresa. Fin troppo statica, invece, la truppa alabardata, che nel primo tempo è riuscita ad affacciarsi dalle parti di Nobile soltanto grazie all’esuberanza di Mensah. L’espertissimo Pillon ha provato a ridare un po’ di verve togliendo un impalpabile Granoche per Litteri e inserendo Sarno per Maracchi, ma ad avere un impatto “vero” sulla partita è stato di più Chacon, che al posto di un Babic ispiratissimo nella sua prima presenza da titolare in rossoblù, ha continuato lungo il solco scavato dal croato: azioni in velocità in appoggio alla fantasia di Botta e l’alternativa pronta con le pericolose (ma sfortunate) conclusioni da lontano di Angiulli. Insomma, la sfida tattica Montero l’ha vinta anche più nettamente di quanto non possa dire il punteggio finale e lo ha fatto puntando su una squadra di quantità e soprattutto di qualità. Anche in elementi finora in ombra come Babic e Chacon.

Daniele Bollettini

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: