Samb, si presentano gli ultimi arrivati. Bacinovic: «Ho rifiutato la B, qui per rimettermi in gioco»


I nuovi acquisti entrano ufficialmente a far parte della Samb: Bacinovic, che ha rifiutato la B per un riscatto con la maglia rossoblù, il talismano Bernardo e gli esterni tutto pepe Ferrara & Latorre…

Tempo di presentazione in casa Samb. Tiene il banco, come esperto intrattenitore d'altri tempi, il padrone di casa, Andrea Fedeli. L'AD è sorridente tra i quattro nuovi innesti del mercato di riparazione operato da lui, Franco Fedeli e Andrea Gianni: «Speriamo, con questi ultimi arrivi, di aver chiuso finalmente il mercato. Non integreremo con il mercato svincolati perchè siamo a posto così». Risposto, quindi, si, alle richieste di Sanderra.

Vittorio Bernardo è il primo a prendere la parola: «Il mister sa già come gioco. Io mi sento una seconda punta e mi piace segnare, quando possibile. Qui spero di fare gol e farli fare. Mi aspetto di vincere sempre e spero di poter raggiungere gli obiettivi della società. Non cerco riscatto, ho la coscienza a posto e sono qui per giocare, sempre che il mister me lo consenta. A Viterbo ho avuto qualche problema con la proprietà e qualche infortunio che mi hanno impedito di rendere al meglio. So che questa è una piazza importante e so come sono fatti i tifosi. Da me non possono pretendere “cento gol”, ma posso garantire che mi impegnerò al massimo per questa maglia, l’importante è che vinca la squadra. Sono contento e devo ringraziare il mister per aver visto in me le qualità adeguate a questa posizione in questa squadra».

Spetta, poi, alla punta di diamante del mercato, Armin Bacinovic: «Sono qui per rimettermi in gioco, avevo anche due offerte dalla B, ma ho scelto la Samb e voglio far bene. A Terni ho giocato poco e fisicamente non sono al massimo, ma penso che entro la prossima settimana dovrei arrivare al 100 percento. Sono tanti i motivi per i quali non ho avuto grandi spazi, ma non voglio guardare il passato, sono qui per fare bene con questa maglia. Già dall’inizio la società mi aveva richiesto e scegliere la Samb è stato facile. Conosco questa piazza l’ho vista in amichevole quest'estate quando ero in ritiro a Salerno».

Antonio Ferrara, classe '97, brevilineo, dovrà essere la scheggia impazzita sulla fascia di Sanderra: «Spero di poter dare il mio contributo alla squadra. Ringrazio mister Pea per avermi dato la possibilità di esprimermi in questa categoria. Sono una punta esterna e mi piace esprimermi nell’uno contro uno, nascondendo uno dei miei difetti che è quello fisico».

Gonzalo Josè Latorre Bovio, che ancora non mastica l'italiano, necessita di un insolito interprete, il cileno Adolfo Ovalle, altro colpo di gennaio: «Spero di riuscire a collezionare minuti in questa squadra. La mie caratteristiche sono la forza e la velocità, El Tanque me l’hanno affibbiato in un torneo Under15 che ho disputato in sud America e ricalca queste mie qualità. È la prima volta che gioco in Italia. Mi sono allenato in Brasile, con il campionato interrotto sono stato costretto a farlo da solo, col Cruizeiro, ma credo che in due settimane potrei riuscire a recuperare la miglior forma».

Domenico del Zompo

Condividi questo post: