Samb-Porto d’Ascoli 0-2, segnano Napolano e Battista. La Samb resta a 0 punti. LA CRONACA


SAMB-PORTO D’ASCOLI 0-2
MARCATORI: 29’pt Napolano, 3’st Battista.

SAMB (4-3-3): Abbrandini; Alboni, Varga (dal 31’st De Santis), Cipolletta, Miruku (dal 18’st Peroni); Lorenzoni, Isacco (dal 47’st Amato), Lisi (dal 1’st Di Domenicantonio); Ferretti, Mendicino, Travaglini (dal 1’st Cum). A disp. Bruno, Zappasodi. All. Donati.
PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Testa; Petrini, Sensi, Passalacqua, Pasqualini; Petricci (dal 24’st Monachesi), Rossi (dal 46’st Battisti), Evangelisti; Verdesi (dal 37’st Pietropaolo), Napolano (dal 30’st Shiba), Battista (dal 24’st Clerici). A disp. Finori, Aliffi, Nociaro, Sabatini. All. Ciampelli.
ARBITRO: Giuseppe Totaro di Lecce (Tagliaferro-Lanzellotto).
AMMONITI: 32’pt Lisi, 37’pt Lorenzoni, 44’pt Petricci, 46’pt Alboni, 10’st Varga, 41’st Pietropaolo.
RECUPERI: 1’-3’.
NOTE: Presenti circa 1.000 spettatori. Terreno di gioco in discrete condizioni. Samb in maglia bianca con bordi rossoblù, pantaloncini blu e calzettoni bianchi; Porto d’Ascoli in maglia e calzettoni arancio, pantaloncini bianchi.

Prima e storica sfida tra la Samb di Massimo Donati, ancora a zero punti, e il Porto d’Ascoli di mister Ciampelli reduce dall’immeritato ko interno col Chieti. Diverse assenze nella Samb: gli squalificati Lulli e Amoruso, l’infortunato De Sena e Angiulli ancora non impiegabile; fuori D’Alessandro, invece, per il Pd’A. Per i locali Isacco prende il posto di Lulli, Miruku e Lisi sostituiscono Cum e Amoruso. Per gli ospiti rientrano Testa e Petricci e permane Rossi a sostituire D’Alessandro. Quarta partita in dieci giorni per una Sambenedettese imbottita di under, ben sette in campo. È subito il Porto d’Ascoli a farsi vedere in attacco con Napolano che al terzo minuto calcia altissimo una punizione da fuori area. All’ottavo minuto arriva la risposta della Samb con Ferretti che riesce a sfondare la difesa ospite regalando al proprio pubblico solo l’illusione della rete. Al 18’ corner dalla bandierina di sinistra, Napolano scodella in mezzo per Sensi che svetta più in alto di tutti e colpisce di testa senza trovare però la deviazione vincente. Il Porto d’Ascoli inizia a crederci e prova a spingere di più. Al 25’ è Ferretti a provarci timidamente, ma il tiro è troppo debole e non impensierisce Testa. Alla mezz’ora arriva il gol che rompe gli equilibri. Rossi lancia Napolano che è bravo a scattare sulla linea del fuorigioco e solo davanti al portiere non sbaglia trafiggendo in diagonale la porta di Abbrandini. Al 34’ punizione di Mendicino dai venticinque metri per un fallo di Passalacqua su un avversario, ma la conclusione è troppo alta. Ancora Samb al 39’: Lorenzoni dal lungolinea destro crossa in mezzo, arriva Mendicino ma la conclusione viene deviata in corner. Prima dell’intervallo Alboni atterra Battista al limite dell’area di rigore, occasione d’oro per Napolano che va sulla battuta ma la traiettoria è imprecisa e di destro fa la barba al palo. Si chiude male il primo tempo, ma la ripresa inizia anche peggio per la Samb. Al 3’ Di Domenicantonio atterra in area Rossi, sul dischetto va Battista: Abbrandini è bravissimo a respingere il tiro, ma lo stesso Battista felinamente non sbaglia il tap-in. Poco più tardi è ancora il numero 11 arancio che prova a sfondare dalla sinistra, costringendo Varga al fallo tecnico che costa il cartellino giallo. Al quarto d’ora occasione Samb con Ferretti che da due passi raccoglie in area e spara alto sopra la traversa. Nella parte centrale del secondo tempo i ritmi si abbassano ed entrambi i tecnici ricorrono alla girandola dei cambi per portare forze fresche in campo. Al 36’st nuova chance per la Samb: Di Domenicantonio crossa dalla destra in mezzo per Lorenzoni che di testa schiaccia sul palo destro. Ultimo sussulto, inutile, un sinistro del numero 18 in maglia bianca, alzato sopra la traversa da Testa. Per la squadra di Donati arriva la quarta sconfitta in altrettante partite: un’onta incredibile. Successo a dir poco storico per il Porto d’Ascoli.

Commenti