Samb, il primo mese di presidenza di Domenico Serafino



SAMB, MONTERO RINNOVA FINO AL 2022

SAMB, RINNOVA ANCHE LUDOVICO ROCCHI

Sarà che di fatti ne sono successi tantissimi, sarà che si proveniva anche da un periodo di stagna come quello dell’emergenza coronavirus (o perlomeno della sua fase più acuta), ma sembra passato molto più di un mese. Invece sono trascorsi soltanto 31 giorni da quando Domenico Serafino è divenuto ufficialmente presidente della Samb. Lo scorso 10 giugno, infatti, a Roma il produttore musicale e già patron del Bangor City (seconda divisione gallese) ha rilevato l’intero pacchetto azionario del club di viale dello Sport da Franco Fedeli. Di lì in poi la corsa contro il tempo per partecipare ai play off, la gara col Padova che ha visto eliminati – anche se da imbattuti – Rapisarda e compagni, il rinnovo di contratto per l’allenatore Paolo Montero, quello per il centrocampista Ludovico Rocchi e quello imminente per il direttore sportivo Pietro Fusco. Alle parole, misurate e lungimiranti, Serafino sta facendo seguire i fatti (come ha anche sottolineato lo stesso Montero al momento della firma dell’accordo con scadenza fissata al 2022). Così va in archivio il primo mese della nuova Samb.


Condividi questo post: