Samb, Donati: «Episodi come il gol di Nereto possono cambiare una stagione»


SAMB, FIRMA L’ATTACCANTE SVARUPS
SAMB, FACCIOLI: «VOGLIAMO VINCERE, TENTEREMO L’IMPOSSIBILE»
Massimo Donati da così a così. Con la vittoria ottenuta domenica scorsa contro il Fano, la prima in campionato dopo quella ai rigori nella trasferta di Chieti in Coppa Italia, l’allenatore di San Vito al Tagliamento si è messo alle spalle un periodo non proprio facile.

Soltanto sette giorni prima, infatti, dopo il deludente pareggio esterno di Nereto, la Samb sembrava pronta a mettere alla porta il tecnico della prima squadra, dopo aver racimolato soltanto 1 punto nelle prime 5 partite di campionato. Poi, però, la proprietà ha deciso di confermare la fiducia, pur auspicando sin da subito un cambio di passo.

Cosa che è avvenuta, anche grazie ad altri innesti che sono stati potuti impiegare da Donati nel corso del match col Fano: Knoflach, Angiulli e Ferri Marini, ma da domenica prossima ci sarà anche l’attaccante lettone Svarups. Il risultato, però, è arrivato già contro l’Alma e – nonostante ci sia ancora molto su cui lavorare – anche per l’allenatore sono arrivate parole di elogio, a partire dal presidente Roberto Renzi. Così, in una settimana, Donati è passato dal rischio esonero agli applausi.

«Nel calcio è così, tutto cambia in un attimo – ha detto l’allenatore in sala stampa a margine della sfida col Fano. Poi, però, ha voluto fare riferimento alla sfida di una settimana prima, quella di Nereto, e al gol di De Sena che, a fine stagione, potrebbe pesare più di un “semplice” punto –. Io ho avuto la sensazione che la scintilla sia scoccata al 91′ della partita di Nereto, altrimenti quella palla non sarebbe entrata. Io ero convinto che quel gol avrebbe potuto cambiare una stagione intesa, perché a volte nel calcio è così».

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Commenti