Samb, che bel riposo: non gioca, ma non la supera nessuno


Non è scesa in campo e non ha potuto muovere ottenere punti, ma dopo il turno di riposo della 10^ giornata di ritorno la Samb può dirsi comunque soddisfatta. Dando un’occhiata alla classifica, infatti, nelle prime posizioni è cambiato davvero poco rispetto alla vigilia: il Padova, forte della vittoria sofferta ottenuta a Bassano lunedì sera, è sempre più in vetta, ma al secondo posto resta la squadra di Capuano, che ha potuto beneficiare dei passi falsi delle altre rivali. già detto, infatti, del Bassano che pur mettendo alle corde la capolista è dovuto soccombere 2-1 in casa, ci sono da registrare i mancati successi di Reggiana e Sudtirol. La squadra di Eberini, dopo aver chiuso in vantaggio per 2-0 la prima parte di gara in casa della Fermana, si è fatta rimontare dai gol di Petrucci e Lupoli; i bolzanini di Zanetti, invece, hanno permesso al Renate di spezzare la maledizione 2018 e di ottenere il primo punto dell’anno solare al Druso (0-0 il finale). Chi ha approfittato di queste coincidenze è stata la Feralpisalò, che grazie all’1-0 ottenuto sul campo del Gubbio si è riproposta al terzo posto, 1 punto dietro alla Samb e in coabitazione con Reggiana e Bassano. Il Padova, dunque, è ancora più lontano, ma la squadra di Capuano può dirsi mediamente soddisfatta di questo turno di riposo indolore, almeno per la propria classifica.

Redazione

Condividi questo post: