Salvezza ad un passo: il commento di Alessio Perotti dopo Fano-Samb


Con le due vittorie consecutive la Samb ha ripreso a scalare la classifica: battendo il Forlì al Riviera i rossoblù possono affrontare senza pressioni l’ultima parte di stagione…

Erano molto temute alla vigilia sia l’insidiosa sfida casalinga contro un Gubbio particolarmente spavaldo in trasferta che l’ostica visita al Mancini, dove il Fano rinforzato dagli ultimi arrivi soprattutto offensivi (l’ex Fioretti, Germinale e Filippini) avrebbe dato il tutto per tutto in una delle ultime spiagge per agganciare almeno la zona play-out. La Samb veniva inoltre dal periodaccio di 8 partite senza successi e dallo stentato pari mantovano. Invece ecco lo scatto, auspicato da patron Fedeli, ma in cui pochi altri onestamente scommettevano. Due vittorie consecutive, in cui la Samb ha mostrato progressi tattici e in qualche ripartenza a pochi tocchi, giunte soffrendo nel finale di primo tempo contro gli umbri e nell’ultimo quarto d’ora al cospetto dei granata. E il primo obiettivo stagionale, ovvero la salvezza, ormai ad un tiro di schioppo. Fa l’en-plein contro il sodalizio del presidente Gabellini la Samb nei quattro incroci delle ultime due stagioni, infliggendo a Fioretti e compagni una pesantissima quarta sconfitta consecutiva, la seconda della gestione Cuttone (più volte affrontato dai rossoblu in veste di calciatore ai tempi della B come terzino del Cesena), oggi tralaltro espulso. Ha retto l’urto la squadra di Sanderra della fisicità e animosità profuse in campo da chi è sulla soglia della disperazione, aspetto che si affronterà più volte anche nel prossimo futuro e che oggi ha procurato le uscite anzitempo di Mori e Sabatino. Con il quinto successo esterno, che ha ricordato l'affannato finale nonché il 2-1 conclusivo del raid alla prima di Macerata, la Samb fa pari e patta tra bilancio in trasferta ed in casa con 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte, un dato soddisfacente per il formato da viaggio, migliorabile invece al Riviera. A partire dal prossimo confronto con il Forlì “castiga-grandi” dell’ex Conson: un ulteriore successo contro i romagnoli consegnerebbe la salvezza anticipata a Pezzotti e compagni, e poi ci sarebbe da divertirsi nell’ultimo terzo di stagione.

Alessio Perotti

Condividi questo post: