Sabatino, il Parma non fa paura: «Consapevoli della nostra forza»


Per il centrocampista romano quello con i ducali sarà un match “Non da serie D”. Rituale, come da periodo, uno sguardo ai progetti per il futuro: «Restare qui a in Lega Pro sarebbe bellissimo»…

LOTTA SCUDETTO – Il mini torneo, partito la scorsa settimana, dirà quale squadra di Serie D è la migliore d’Italia. Alessandro Sabatino, tra i protagonisti del campionato appena concluso, sa che già, domenica, i rossoblù avranno un assaggio di grande calcio e possono candidarsi tra i top club: «Un altro obiettivo da raggiungere. Sarebbe una soddisfazione aggiungere la vittoria di questo piccolo torneo al campionato che abbiamo vinto, spero lo affronteremo come sappiamo fare». Poco conta il fattore “Disciplina”, il mastino di centrocampo non fa calcoli: «Facciamo poca matematica, l’unico vantaggio ce l’ha il Gubbio che ha vinto a Parma: noi proveremo a fare del nostro meglio. Non abbiamo il peso del campionato, ma a nessuno va di perdere quindi scenderemo in campo a mente libera, ma concentrati sulla prestazione e sul risultato. Vorranno fare bene in casa, se qualche errore c’è stato sabato scorso, stiamo pur certi che non ricapiterà domenica. Giocheremo davanti a tanta gente, perché oltre ai nostri ci saranno tanti di loro, sicuramente non sembrerà una gara di serie D».

RICONFERMA – La società si sta muovendo per costruire uno staff tecnico e sportivo di grande peso. Non si parla ancora di ufficialità, ma il presidente Franco Fedeli ha sempre lodato le prestazioni di Sabatino: «Del futuro non abbiamo ancora parlato con la società, penso succederà a breve. Il mio desiderio è restare qui: sarebbe una bella soddisfazione, per me, tornare tra i professionisti (dopo l’esperienza con la Juve Stabia), con la maglia della Samb».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: