Roller Green, si rinnova la tradizione con la benedizione di don Alfonso


Atleti, genitori e rappresentanti della società hanno partecipato in massa alla cerimonia officiata dal parroco della Parrochia del Sacro Cuore di Centobuchi. «Lo sport è un momento di incontro»…

Una cerimonia semplice ma molto partecipata officiata dal parroco della Parrocchia del Sacro Cuore di Centobuchi e guida spirituale della società sportiva, Don Alfonso Rosati, ha ospitato l’annuale benedizione per gli atleti della Roller Green Monteprandone in vista dell'imminente stagione agonistica, che ha visto la presenza non solo degli atleti ma anche dei genitori, dei tecnici e dei dirigenti a cominciare dal presidente Giovanni Anselmi. “ Lo sport- ha Don Alfonso – è un momento di incontro importante per la crescita dei nostri ragazzi, è la grande occasione che abbiamo noi adulti, genitori, allenatori, dirigenti, per riunirli ed unirli intorno ad un gioco che li coinvolge e li diverte, cercando di far crescere non solo degli atleti ma anche degli uomini”. Molti piccoli atleti, hanno avuto già modo di divertirsi giocando grazie al circuito delle manifestazioni organizzato della Uisp. Oltre 30 gli atleti verde arancio che si sono messi in evidenza nei percorsi di destrezza e giochi a squadre e domenica 13 marzo sarà proprio la Roller Green ad organizzare una tappa presso il palasport di Monteprandone con la partecipazione di atleti provenienti da tutte le Marche. Per quanto riguarda le gare federali bisognerà aspettare invece il prossimo 9 aprile con gli interprovinciali. La Roller Green, grazie al lavoro svolto in questi anni, con il suo nutrito vivaio è la prima società della provincia di Ascoli ma non solo e riesce a coprire con più atleti tutte le varie categorie giovanili. Un motivo di vanto per la società e sicuramente per la Federazione in profonda emorragia di giovani atleti.

Redazione

Condividi questo post: