Rimini, il presidente Grassi mette in dubbio il ricorso al TAR



Non è poi così scontato il ricorso del Rimini al TAR del Lazio contro la retrocessione a tavolino in Serie D. Dopo aver incassato il no dal Collegio di Garanzia del Coni, il presidente biancorosso Giorgio Grassi, intervistato dal Corriere di Romagna, mette qualche dubbio sul proseguimento della battaglia legale: «Se non ci lasciassero spiragli, sarebbe tempo perso ricorrere al Tar. E’ meglio mantenere una Serie C dove regna la solitudine, oppure fare la Serie D con una società ricostruita dalle fondamenta, molto più forte, su un progetto con basi pluriennali?».


Condividi questo post: