Ricordate le esultanze dello Stjarnan? Nel volley c’è un po’ di Italia


L’allenatore Lorenzo Ciancio già da qualche mese è il responsabile tecnico della selezione maschile e di quella femminile, che militano nel massimo campionato nazionale islandese…

Il volley piceno si dimostra sempre più internazionale. Dopo l’esperienza di Daniele Capriotti (attuale commissario tecnico della nazionale femminile dell’Islanda e secondo allenatore della formazione polacca maschile del Lubin dei nazionali Marcin Mozdzonek e Grzegorz Łomacz) e di Francesco Napoletano, secondo di Capriotti in Islanda, è la volta del tecnico ascolano Lorenzo Ciancio ad avere un’esperienza sportiva oltre confine.

Ciancio da qualche mese è il primo allenatore delle formazioni maschile e femminile dello Stjarnan, che milita nella Meistaraflokkur, la serie A di quella nazione e riveste anche i panni di secondo allenatore della nazionale femminile Under 19 e assistente in quella Under 17, sempre femminile.

“Ho iniziato la mia carriera di allenatore con l'Ascoli volley – ha dichiarato Ciancio – dopodiché sono stato tre anni alla Maga Game volley e in seguito altri tre anni al Castignano volley, uno a Offida e tre anni a Pagliare, dove ho collaborato con Daniele Capriotti e Francesco Napoletano, due ottimi amici prima ancora che due grandi allenatori. Successivamente sono stato vice allenatore nella formazione di serie C maschile ad Ascoli e poi c'è stata un'esperienza in Piemonte con la società "l'Alba volley", esperienza davvero importante e di alto livello nella pallavolo giovanile, e adesso l’Islanda”.

Il club sportivo dello Stjarnan ha anche una squadra di calcio maschile ed è abbastanza famoso su Internet perché i calciatori facevano esultanze a dir poco "particolari" e anche perché ha giocato nelle coppe europee contro l'Inter. Il volley italiano e quello piceno, quindi, hanno ottenuto l’ennesimo riconoscimento internazionale e si avvia a diventare sempre più in ogni campo un punto di riferimento per l’intero movimento nazionale.

Redazione

Condividi questo post: