Renate a Fermo per il secondo posto, Padova che trappola la Reggiana. ECCO LA 18^ GIORNATA


SANTARCANGELO – MESTRE
Sfida delicata per il Santarcangelo, che deve necessariamente portare a casa i tre punti per continuare a credere nella rincorsa salvezza, soprattutto ora che le rivali hanno iniziato a correre. I padroni di casa, al momento appaiati all’ultimo posto con il Fano, sono reduci dal inaspettato punto ottenuto a Renate, e riceveranno un Mestre fresco del turno di riposo, bloccato a domicilio proprio dal Fano nell’ultima partita giocata; gli ospiti vorranno ripartire per restare saldamente sul treno playoff, e occhio al gran momento di Sodinha, che contro i marchigiani sembrava immarcabile.
SUDTIROL – RAVENNA
Si preannuncia una sfida equilibrata quella tra Sudtirol e Ravenna: i padroni di casa sono caduti con il FeralpiSalò dopo una lunga striscia di imbattibilità, che ha consentito loro di issarsi al decimo posto. Gli ospiti si sono risvegliati nelle ultime due partite, con altrettante vittorie e clean sheet che hanno permesso ai giallorossi di uscire dalla zona retrocessione. Sono quattro le lunghezze che dividono le due squadre, e gli altoatesini difficilmente cadono tra le mura amiche, ma questo Ravenna ora vuole cavalcare l’onda e andare più lontano posiibile.
TRIESTINA – FERALPISALO’
Una Triestina reduce dalla clamorosa sconfitta di Fano rivece il FeralpiSalò lanciato al quarto posto grazie alle due vittorie consecutive con Santarcangelo e Sudtirol: dovrebbe essere spettacolo tra due delle squadre che segnano di più, e che dietro concedono più di qualcosa: i giuliani in casa tendono ad esaltarsi, e condividono il miglior attacco del torneo con il Pordenone, mentre gli ospiti sono retti dalle spalle di Guerra, che ha segnato undici dei venti gol della squadra. Vincendo, il Feralpi sarebbe momentaneamente a meno quattro dalla vetta, mentre la Triestina vuole mantenere il posto playoff: che vinca il migliore.
FERMANA – RENATE
Segnano poco e subiscono poco Fermana e Renate, opposte in questa sfida importante soprattutto per gli ospiti, che nelle ultime tre partite hanno affrontato tre delle ultime quattro della classe, raccogliendo la miseria di due punti e zero gol fatti, consentendo l’allungo del Padova. Proprio la Fermana ha fatto un gran favore al Renate ed alle altre inseguitrici, bloccando la capolista sul pari nell’ultimo tuurno, restando così a ridosso della zona playoff; detta così sembrerebbe un buon momento per i canarini, ma se si guardano i dati si scopre una sola vittoria nelle ultime dieci, con appena due gol segnati, ed oggi si trovano di fronte alla miglior difesa. Che sia uno zero a zero annunciato?
BASSANO – VICENZA
Sfida particolare tra le due squadre che possono essere definite le “nobili decadute” di questo campionato: entrambe in lotta per la vetta ad inizio stagione, entrambe a ridosso degli ultimi posti ora che siamo quasi al giro di boa. L’ultima sconfitta con il Gubbio è stata fatale per Magi, ed ora vedremo se il cambio in panchina sarà accolto da una reazione di squadra, che ha perso sei delle ultime sette gare. Per gli ospiti, invece, quello con il Ravenna è stato il quarto K.O. consecutivo, ed i giallorossi sono fermi a quota sedici punti, pericolosamente vicini alle ultime posizioni: chi si riscatterà?
PADOVA – REGGIANA
Non può permettersi altri mezzi passi falsi il Padova, se non vuole alimentare la rincorsa alla propria leadership, in questo posticipo della diciottesima giornata. La capolista, però, riceverà il peggior avversario possibile, che in questo momento è la squadra più in forma del torneo: una Reggiana che continua la sua scalata in classifica a suon di vittorie e grandi prestazioni, come il roboante 4-1 rifilato all’Albinoleffe. Una vittoria sarebbe per il Padova una grandissima prova di forza, mentre se la prima della classe dovesse cadere, forse ci sarebbe di nuovo un campionato. Ci si aspetta spettacolo, verdetto al campo!
Gian Marco Calvaresi
Condividi questo post: