È subito la Samb di Capuano. Il commento dopo il blitz di Ravenna


Una delle norme non scritte del calcio vuole che al cambio d’allenatore corrisponda un risultato positivo. Era successo già due volte nel corso dell’era Fedeli (vittoria di Palladini ad Isernia due anni fa e pari per Sanderra a Mantova nella scorsa stagione) e, facendo fede al detto “non c’è due senza tre”, la storia si è ripetuta con Capuano, che si è rifatto della sconfitta subita col Modena, sbancando meritatamente il Benelli. Stop quindi alle due sconfitte consecutive e ritorno al successo (il quarto in trasferta su sette incontri) dopo i soli due punti incamerati negli ultimi quattro turni. Nonostante il pochissimo tempo a disposizione, ridotto ulteriormente dal rientro forzato del mister a Modena per ottenere lo svincolo, quella che si è imposta contro un Ravenna reduce dai quattro punti incassati nella doppia trasferta contro Mestre e Gubbio è apparsa subito la formazione di Capuano. Corta, reattiva sulle seconde palle ed estremamente motivata, la Samb, schierata con il 3-4-3, a dispetto delle dichiarazioni di ieri, con cui il neo-tecnico ha esercitato la più classica delle pretattiche, ha avuto l’unica pecca di non chiudere prima una gara sapientemente condotta dall’inizio alla fine. Anche se l’assenza di un centravanti vero, come Miracoli, si è fatta sentire anche oggi, l’atteggiamento di individualità e collettivo è stato senza dubbio quello giusto, senza quei vistosi cali di concentrazione manifestati nelle ultime gare della gestione Moriero. A risultare decisivi poi con le loro reti sono stati proprio due calciatori finiti recentemente nell’occhio del ciclone, ovvero Tomi e capitan Bacinovic, entrambi stasera autori di prestazioni magistrali, al di là delle realizzazioni stesse. Aveva detto mister Capuano, applauditissimo dal centinaio di encomiabili fans giunti al Benelli, che la squadra avrebbe giocato col cuore in mano, per regalare una gioia allo sfortunato tifoso Luca Fanesi, da una settimana ricoverato a Vicenza a seguito degli incidenti post-partita, e tanto è stato. Valori morali, che si uniscono quindi a quelli tecnico-tattici: sì, questa è proprio già la Samb di Capuano!

Alessio Perotti

Commenti
Condividi questo post: